Home Festival 2017: la line-up, da Liam Gallagher a J-Ax & Fedez

643
0

L’ottava edizione di Home Festival si celebra a Treviso in zona ex Dogana da mercoledì  30 agosto a domenica 3 settembre 2017. Dopo le 88 mila presenze dello scorso anno e il riconoscimento come miglior festival italiano, in occasione del Fuorisalone di Milano, Home Festival annuncia la line up del Festival, che nelle prossime settimane continuerà ad arricchirsi di nuovi nomi.

Eccoli, in ordine di data.

Giovedì 31 agosto ad elettrizzare il palco di Casa sono i Soulwax, band fondata dai fratelli David e Stephen Dewaele nel 1995 a Gand, Belgio.  Con loro i già annunciati Moderat e Frank & The Rattlesnakes.
A seguire, direttamente dall’Essex inglese arriva la band The Horrors, gruppo garage punk formato nel 2006 il cui successo deriva dal particolare sound che mixa punk, rock con note di glamour indie.

Venerdì 1 settembre un’ondata di pura elettronica con il live di Booka Shade, il duo di disc jockey e produttori electro house e deep house tedeschi.
Lo stesso giorno, gli annunciati Justice con la loro unica data italiana e l’attesissima voce di una generazione, Liam Gallagher.
Sullo stesso palco, una star della musica italiana: Samuel. Quattordici album alle spalle con i progetti musicali Subsonica e Motel Connection più due colonne sonore per i film di Marco Ponti, Samuel ha debuttato quest’anno come solista con Il codice della bellezza.
Venerdì irrompe anche tutta la potenza drum and bass per mano di Andy C. Andrew John Clarke, è un disc jockey e produttore discografico britannico, tra i pionieri del drum and bass applicato alla musica elettronica. Fondatore della Ram Records, è considerato una delle più iconiche figure della cultura dance a livello globale.

Sabato 2 settembre arriva sul palco la coppia d’oro del rap: J-Ax & Fedez. Due anni fa sono passati da solisti sul main stage del HF, quest’anno tornano con il loro nuovo progetto insieme.
Spazio anche all’elettro dance con il giovane disc jockey francese Kungs. Kungs, nome d’arte di Valentin Brunel, classe 1996, ha iniziato a svolgere la sua attività professionalmente nel 2014, ma è nel 2016 grazie al singolo This Girl che conquista la fama internazionale, registrando la prima posizione di Shazam sia in Italia che nel mondo..

Domenica 3 settembre protagonisti i grandi artisti italiani, dopo il già annunciato cantautore romano Mannarino, arriva il talentuoso cantautore Vasco Brondi, alias Le luci della centrale elettrica.
Ad impreziosire la giornata c’è anche Levante, la giovane cantautrice siciliana che disegna i nuovi confini del pop.

IL CAMPING
Home Garden
torna dopo la prima edizione con nuove idee, più energia e servizi, con tanto di area dedicata a colazioni e pasti con diversi food truck, una zona chill out, dispositivi di sicurezza e altri utili extra. “Abbiamo pensato a tutto e a tutti”, spiegano gli organizzatori. “Potrai scegliere tra diversi tipi di tenda proposti in base alle tue esigenze, dalla Classic alla new entry Superior con letto matrimoniale e tutto l’occorrente per vivere in pieno comfort il Festival, come fossi a casa tua. Oppure puoi portare la tua vecchia tenda compagna di avventura, nel Garden troverai sempre uno spazio accogliente e a pochi passi dal Main Stage”.

Ticket Alert
Early bird ancora disponibili per sabato e domenica
Link:  http://www.homefestival.eu/it/tickets/

Line up (in continuo aggiornamento)
Giovedì 31 agosto:
Moderat – Soulwax – The Horrors – Frank & The Rattlesnakes
Venerdì 1 settembre: Liam Gallagher – Samuel – Justice – Booka Shade – Andy C
Sabato 2 settembre: J-Ax & Fedez – Kungs
Domenica 3 settembre: Mannarino – Le Luci Della Centrale Elettrica – Levante

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".