Guarda “Babalù”, il nuovo videoclip di Mannarino

1892
0
Foto di Giuseppe Maffia

Non si arresta il successo di Mannarino, che registra un sold out dopo l’altro e che con 60mila biglietti continua ad essere tra gli artisti più venduti nella classifica ufficiale di Ticketone.
L’Apriti cielo tour, che ha debuttato il 25 e il 26 marzo con due date sold out al Palalottomatica di Roma (noi c’eravamo e ve le abbiamo raccontante), e che ha conquistato il pubblico di Bologna, Milano, Firenze, Padova, Torino e Pescara, prosegue con tre nuovi appuntamenti estivi: il 12 luglio a Genova (Arena del Mare – Porto Antico), il 19 luglio a Chieti (Anfiteatro La Civitella) e il 18 agosto a Noto – SR (Piazza Municipio). Questi tre concerti si aggiungono ai live estivi già annunciati, tra cui la terza data romana il 6 luglio al Rock In Roma (Ippodromo delle Capannelle) e la tappa del 3 settembre all’Home Festival di Treviso.

MannarinoDa oggi è inoltre disponibile su YouTube il video del nuovo singolo Babalù, per la regia di Paolo Mannarino (già regista di Apriti cielo e Arca di Noè).
Chi è Babalú? Probabilmente Mannarino non lo svelerà mai, anche se in molti si chiedono a chi si riferisca il testo che ha vari livelli di interpretazione. Nel videoclip di questo brano, Babalù, interpretato dall’attore Daniel Terranegra in coppia con l’attrice Livia Giulia Domitilla, è protagonista di un’avventura che dal punto di vista registico, fonde a sua volta due piani: la fantasia della storia del protagonista e la realtà in cui si muove l’artista. Il finale culmina infatti proprio sul palco del Palalottomatica durante uno dei concerti di Mannarino dove oltre 7000 persone sono diventate a loro insaputa co-protagoniste di questa storia…
Le prevendite per le nuove date estive saranno disponibili dalle ore 10 di martedì 11 aprile online su TicketOne e dalle ore 10 di venerdì 14 aprile in tutti i punti vendita autorizzati.

CONDIVIDI
Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).