Dall’antenna alla fibra. Arriva Vodafone TV.

377
0

Un carnet di 10 nuove importanti partnership (da Sony Pictures Television a 20h Century Fox, da National Geographic a BBC Worldwide) costi bassi e semplicità d’uso. È il biglietto da visita della nuova Vodafone TV, pratica soluzione “entry level” per avere a portata di telecomando contenuti on demand e quelli della internet tv con app come Netflix, Chili TV e Now TV. Vodafone TV consente di accedere a tredici canali di intrattenimento della TV di Sky e al pacchetto Serie TV di Now TV (con House of Cards, The Young Pope, Gomorra tanto per citare i titoli più famosi) che è gratis per i primi tre mesi di abbonamento. La partnership con Chili TV poi, prevede quattordici film nuovi ogni quattro settimane, con quattro prime visioni di pellicole uscite pochi mesi prima al cinema. Si può godere anche lo sport e il cinema che passa su Now TV, acquistando il singolo evento.


Unica condizione per avere Vodafone Tv è diventare abbonati Vodafone e passare alla connessione con banda larga ovvero alla “fibra” – ora in promozione a 25 euro ogni 28 giorni – che con Vodafone è arrivata in 527 città italiane e raggiunge 11,7 milioni di famiglie e imprese. Così si avrà a disposizione un paniere di 35.000 titoli a fronte di costi davvero contenuti: solo 10 euro ogni 28 giorni. Cuore di Vodafone TV è il piccolo set-top-box nero dotato di uscita HDMI per il collegamento con il televisore, porta Ethernet e WiFi. Muoversi nel menu di quattro sezioni (my tv, guida tv, on demand, app) è facile e veloce perchè si fa tutto con il telecomando guidati, se si vuole, da “consigli” su misura realizzati da un team che raggruppa i contenuti in una serie di sezioni.
Con Vodafone TV è possibile vedere anche i canali tradizionali del digitale terrestre e, grazie alle partnership siglate con i più importanti player del settore, oltre a NOW TV, i canali di Discovery Italia, De Agostini Editore e di Viacom International Media Networks, arricchiti da una serie di funzionalità avanzate come ad esempio mettere in pausa, registrare i programmi e rivedere quelli già andati in onda. Vodafone TV consente di vedere tutti i contenuti anche in mobilità grazie all’app per smartphone e tablet e di richiedere l’addebito di tutti i servizi in un’unica fattura.

CONDIVIDI
Walter De Pace
Sono nato a Milano. Negli anni 80, laureato in filosofia, ho iniziato come copywriter all’Ufficio Pubblicità  di Rizzoli Libri.  Negli anni 90 ho collaborato con l’Europeo  - novità tecnologiche - e successivamente con Brava Casa, Anna, Milleidee e Max. All’inizio del nuovo secolo, addetto stampa alla start up che ha creato RCS WEB, ho continuato  a scrivere su Max,  con contributi al mitico spin off tecnologico Max 2.0 ora da collezionisti. Collaborazione proseguita in Gazzetta dello Sport.it.  Dal 2009 al 2012 ho scritto anche sul  mensile filosofico scientifico KOS. Il mio avatar l’ha  scelto mia figlia Irene, con la quale condivido l’idolatria per Bob Dylan, ma che non sopporta la mia passione per le opere di Mozart.