Torna il Concerto del Primo Maggio con «un cast contemporaneo»

1808
0
© Foto: Riccardo Medana

Tutto pronto per il concerto del Primo Maggio, lo storico “concertone” che come ogni anno si tiene in occasione della Festa dei Lavoratori in Piazza San Giovanni a Roma.

A condurre questa edizione ci saranno ClementinoCamila Raznovich. Per quest’ultima si tratta di un ritorno, considerata la sua conduzione del 2015: «Ritorno sul palco con molta soddisfazione. Ho una grande alchimia con Clementino. E sul palco alterneremo impegno e divertimento. Un grazie a chi mi ha ridato questa preziosa opportunità».
Carico più che mai Clementino, il vero animatore della conferenza stampa. «Rap vuol dire radici. I temi del Primo Maggio sono quelli delle mie canzoni. Per me salire su quel palco e presentare è un sogno che si avvera. Vi giuro che darò il massimo e quella piazza “se ne adda carè”», ha dichiarato il rapper.

Annunciati anche nuovi ospiti che calcheranno il palco della kermesse: si tratta del rapper Rocco Hunt, che presenterà il suo nuovo singolo, e il giornalista Gad Lerner. Per l’organizzatore Massimo Bonelli si tratta di «un cast contemporaneo che porta con coraggio gli artisti che rappresentano il momento musicale della nazione».

Potete seguire la conferenza stampa di #1M2017 in diretta streaming 👉 http://bit.ly/Conferenza1M2017

Posted by Primo Maggio Roma on Freitag, 28. April 2017

Un festival decisamente indie quest’anno, con tanti nomi provenienti dalla scena indipendente italiana come Francesco Motta, Brunori SAS, Ex-Otago, Le Luci della Centrale Elettrica, Lo Stato Sociale, Levante e Samuel. Grande attesa per gli artisti protagonisti dell’ultimo Festival di Sanremo come Francesco Gabbani Ermal Meta. Dalla Gran Bretagna, inoltre, i due ospiti internazionali: gli Editors e i Public Service Broadcasting.
Non mancheranno nemmeno cantautori come Edoardo Bennato e Fabrizio Moro, l’elettronica dei Planet Funk, il chitarrista blues Bombino, il violinista spagnolo Ara Malikian e Marina Rei in coppia con Paolo Benvegnù.

Come ogni anno al centro del concerto ci sono i temi sociali, primo fra tutti quello della dignità del lavoro. «Il tema del lavoro dovrà essere dirompente in un evento di così grande portata. La richiesta è far diventare la festa un momento di riflessione sul lavoro soprattutto per i giovani», dice Pierpaolo Bombardieri della UIL. Non mancherà inoltre il ricordo della strage di Portella della Ginestra, l’eccidio dei lavoratori che avvenne proprio il primo maggio di 70 anni fa.

https://www.facebook.com/primomaggioroma/videos/730199777154009/