Per “Moonlight” 186 premi e a Miami gli dedicano una strada

68
0

Dopo aver sorpreso tutti vincendo ben tre Oscar, incluso quello come miglior film, Moonlight continua a stabilire record e ottenere riconoscimenti: i premi che questa pellicola low budget (è costata appena 1,2 milioni di dollari. Per fare un raffronto, il suo concorrente diretto all’ambita statuetta, La La Land, aveva un budget di 30 milioni di dollari) ha raccolto in giro per il mondo sono la bellezza di 186. Ha strappato il record a I segret Brokeback Mountain, che ne aveva ottenuti “appena” 135.

Ma qualche giorno fa ha avuto anche un altro riconoscimento molto prestigioso: a Miami una porzione di Northwest Avenue nel distretto Liberty Hill (quartiere in cui gran parte del film è stato girato e in cui Barry Jenkins e Tarell Alvin McCraney, rispettivamente regista e co-sceneggiatore, sono cresciuti) è stata ribattezzata Moonlight Way. Il provvedimento è stato approvato all’unanimità dagli amministratori della contea di Miami-Dade (di cui Miami è il capoluogo amministrativo).

L’acclamatissimo film di Jenkins, è diviso in tre parti distinte, che corrispondono ad altrettante fasi della vita del protagonista, Chiron, un ragazzo nero e gay: l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta. Nato e cresciuto nei sobborghi più duri di Miami, chiamato ad una travagliata ricerca della propria identità emotiva e sessuale, cresciuto all’ombra di una madre assente e tossicodipendente e senza padre, con enorme fatica Chiron cerca di trovare il suo posto nel mondo.

CONDIVIDI
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".