Steve McQueen girerà il documentario su Tupac Shakur

74
0

Il regista britannico Steve McQueen girerà un documentario sulla vita del rapper Tupac Shakur, ucciso nel 1996. Grazie all’accordo con la Amaru Entertainment, società fondata nel ’97 dalla madre del compianto rapper per gestire i progetti postumi legati al suo nome, il regista pluripremiato avrà la possibilità di raccontare la storia dell’indimenticato artista.

Steve McQueen, vincitore del premio Oscar per 12 anni schiavo, si cimenterà nell’impresa alla ricerca di fatti e materiali inediti che possano arricchire ulteriormente il ricordo di un personaggio considerato punto di riferimento fondamentale per la scena rap e la cultura afro-americana. Spigolature di vita, che si presteranno ad un racconto dettagliato sull’uomo e il musicista, sull’attore e l’attivista.
McQueen si è detto «molto emozionato di esplorare la vita e gli anni di questo artista leggendario». Il regista racconta: «Ho frequentato la Scuola di Cinema di New York nel 1993 e ricordo come il mondo del rap in fermento, il mio e quello di Tupac si sono incontrati grazie a un amico in comune[…]. Pochi, o forse nessuno ha brillato più di Tupac Shakur. Non vedo l’ora di lavorare a stretto contatto con la sua famiglia per raccontare la storia – nuda e cruda – di questo talento».

Il primo rapper ad essere ammesso nella Rock and Roll Hall of Fame ha ispirato numerosi documentari e anche il film biografico All Eyez on Me (qui sotto il trailer) diretto da Benny Boom, che approderà nelle sale statunitensi il 16 giugno, giorno del suo 46esimo compleanno.

CONDIVIDI
Classe '86, nata e cresciuta in Germania come immigrata italiana di seconda generazione. Dopo il liceo si è trasferita a Roma per studiare lettere. Dal 2011 vive e lavora a Venezia.