Levante e Tommaso Paradiso a X Factor. E se fosse vero?

3265
0
Levante e Tommaso Paradiso a X Factor

La notizia circola da giorni e conferme non ce ne sono, ma sui social le chiacchiere a riguardo non si contano. Si parla della prossima edizione di X Factor (confermata per settembre su Sky Uno con al timone ancora una volta il bravissimo Alessandro Cattelan), ma soprattutto, dei probabili giudici che andranno ad affiancare Fedez, l’unico confermato fino a questo momento dopo i forfait di Arisa, Alvaro Soler e Manuel Agnelli (che nei giorni scorsi ha rilasciato un’interessante intervista in cui ha detto la sua sulle “nuove leve” della musica italiana).

I nomi in questione sarebbero davvero interessanti per diverse ragioni: si tratta di Levante e di Tommaso Paradiso, frontman dei Thegiornalisti, che stanno iniziando a riscuotere un grandissimo successo dopo anni di gavetta.

Se tutto ciò fosse vero (perché, lo ribadiamo, nulla è stato confermato), si aprirebbero diverse questioni, sia sul ruolo dei talent (nello specifico di X Factor, che negli ultimi anni ha perso un po’ di smalto, ma ha portato alla luce Cattelan), sia sulla svolta che avrebbero le carriere dei diretti interessati.
Si discute molto sul ruolo della musica indie sulla scena italiana e su come essa abbia influenzato anche il mondo delle radio (non le cito a caso, dato che proprio nei giorni scorsi Linus ha commentato aspramente la scelta da parte del programma di avere come partner il colosso RTL 102.5 al posto della sua Radio Deejay). Indubbiamente, il fatto che artisti come Levante e i Thegiornalisti abbiano trovato visibilità senza passare dai talent un fatto nuovo nel mercato discografico odierno: modalità, quelle attuali, che giustamente fanno inorridire i “puristi”, per i quali la gavetta dovrebbe essere una prerogativa essenziale. Su questo non si può non essere d’accordo, poiché il palco è la vera unica scuola per crescere artisticamente.
Ma cosa succederebbe se chi ha lottato per anni per ottenere l’attenzione che aspettava (e in alcuni casi meritava), si trovasse a giudicare (perché, che piaccia o no, il termine esatto è quello) chi sfrutta proprio la strada che loro stessi hanno evitato? Come affronterebbero i ritmi televisivi, le dirette, artisti che hanno vissuto unicamente di palchi e musica?
Probabilmente questo darebbe una nuova impronta ed una nuova linfa a tutto il contesto: ad Amici avevano tentato il colpaccio con Morgan, ma sappiamo tutti come è andata a finire…). Ma questo comporta un rischio per gli artisti stessi che vengono chiamati a quel ruolo: lo snaturarsi, il diventare personaggi intrappolati in un meccanismo a volte perverso come un talent.
Immaginiamo già i commenti avviliti dei fan che, se tutto fosse confermato, sarebbero delusi di vedere i loro artisti prestarsi ad uso e consumo della televisione. Ma ci sarebbe da considerare anche, inevitabilmente, l’aspetto positivo, quello che darebbe al programma una ventata d’aria nuova e agli artisti un modo diverso per farsi conoscere ancora di più. I pro e i contro sono sempre una costante per ogni situazione ed è innegabile che sarebbe un esperimento interessante vedere i rappresentanti più in voga del pop italiano confrontarsi con giovani (aspiranti) artisti che sognano il loro stesso risultato e successo.
A concludere il toto-nomi dei giudici di X Factor 11 arriva però lei, Mara Maionchi, che non solo ha un lunghissima carriera come talent scout e discografica, ma esperienza diretta come giudice del talent. Le scommesse sono aperte (e anche le guerre a colpi di commenti sui social).

CONDIVIDI
Nata in Calabria, classe '86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.