Carlo Verdone: «Chris Cornell era l’ultima costola del “grunge’ di Seattle»

6854
0

Poche ore fa ci ha lasciato Chris Cornell. L’artista di Seattle si è spento nella notte in un hotel di Detroit, subito dopo essersi esibito sul palco del Fox Theatre con i Soundgarden. Una morte che ha sconvolto il mondo della musica e i tantissimi fan che ormai da ore continuano a ricordarlo attraverso i social con foto, video e messaggi. Molti anche i messaggi di cordoglio lasciati sul web dagli amici e colleghi. “RIP Chris Cornell. Incredibly Talented. Incredibly Young. Incredibly Missed”, ha scritto su Twitter Jimmy Page, mentre i Rage Against the Machine l’hanno voluto ricordare con una playlist delle canzoni più importanti della sua carriera.

A ricordarlo anche il nostro Carlo Verdone, che tramite la sua pagina Facebook ha scritto: Chris Cornell era l’ultima costola del “grunge’ di Seattle. Cantante fantastico, voce bellissima, potente e coinvolgente, se n’è andato a 52 anni! Ha dato tanta energia e felicità a chi lo ascoltava. Mi dispiace tanto perché comincio a non avere più riferimenti musicali.
Lui lo era: superstite combattente di un rock particolare, di una musica fatta a mano, senza effetti, senza trucchi.
Marco Giallini lo conobbe nel ’94 in un locale sulla Cassia. Poca gente ma preparata. Alla fine del concerto lo accompagnò in una pizzeria, non immaginava quello che sarebbe diventato negli anni…
Un pensiero speciale ad un grande cantante e compositore che voleva venire ad abitare a Roma ma che amava tutta l’Italia e gli italiani. Non saremo forse in tanti a conoscerlo ma , per chi lo stimava, un ricordo oggi era doveroso. Ci ha dato tanta energia e buonumore per il suo talento. Era un grande!”.

PAUL STANLEY (KISS):

NICK T. SIMMONS:

ELTON JOHN:

MARK TREMONTI:

OMAR PEDRINI:

BILLY IDOL:

 

CONDIVIDI

Nasce a Viterbo nel marzo di un anno dispari. Il primo album che acquista è… Sqérez? dei Lunapop. Il suo sogno? Vedere i fratelli Gallagher ancora una volta insieme su un palco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here