Il silenzio di Aki Kaurismaki in 13 film

All'Oberdan dal 22 maggio al 3 giugno il meglio del maestro finlandese

154
0

Strappare qualche parola ad Aki Kaurismaki è un’impresa quasi disperata. Forse perché la Finlandia, il suo paese, vive di silenzi, di pochi gesti, di espressioni essenziali. Maestro dell’ immagine secca, rarefatta, dei dialoghi ridotti e recitati a bassa voce, il regista di cui vedremo presso lo Spazio Oberdan di Milano un omaggio in programma dal 22 maggio al 3 giugno costituito da 13 film promosso dalla Fondazione Cineteca Italiana, nei rari incontri con la stampa precisa senza mezzi termini il suo pensiero e la sua filosofia di vita. “Tra le urla scelgo il silenzio”.

Dopo vari mestieri, lavapiatti, postino, critico cinematografico, Aki, appassionato di B-movie americano e di musica, finisce dietro la macchina presa con il suo primo film Delitto e castigo da Dostoevskij scegliendo la strada del cinema indipendente a bassissimo costo. Ho affittato un killer, Leningrad Cowboys go America, La fiammiferaia lo segnalano nei festival internazionali e trovano un loro pubblico anche da noi. La rassegna milanese propone anche Le luci della sera, Juha, Nuvole in viaggio, L’uomo senza passato, Tatjana, L’ altro volto della speranza, Vita da Bohème. Un’occasione per capire il profondo nord dell’Europa così diverso da noi…

CONDIVIDI

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here