Bruce Springsteen (ri)visto da Frank Stefanko: un’opera d’arte – da collezione – monumentale

876
0

Uscirà il 1° novembre 2017, ma lo si può già ordinare su internet, Further Up On The Road, il nuovo libro fotografico di Frank Stefanko su Bruce. L’ennesimo, dirà qualcuno. Sì ma stavolta ci troviamo di fronte ad un vero oggetto d’arte da collezione. Intendiamoci subito sul significato della parola arte, perché ad alcuni potrà sembrare azzardato o esagerato. Arte – per me personalmente – è tutto ciò che rappresenta la bellezza, suscita emozioni, evoca sentimenti. Sul dizionario della lingua italiana, invece, è definita come “attività dell’uomo basata sul possesso di una tecnica, su un sapere acquisito  sia teoricamente che attraverso l’esperienza”. Quindi nel caso di questo libro possiamo parlare – a ragion veduta – di opera d’arte. Frank Stefanko, autore di alcune delle più belle foto scattate a Springsteen nel corso degli ultimi 40 anni (una su tutte, la cover dell’autobiografia “Born to Run”), ha realizzato un libro unico che è molto più di un semplice volume fotografico. E’ la visione artistica di un artista su un altro artista. Sembra un gioco di parole ma in realtà è ciò che rende diverso questo libro: lo sguardo attento, curioso ma estremamente rispettoso di chi Bruce lo conosce bene, di chi sa tirargli fuori l’anima attraverso uno scatto fotografico come nessun altro al mondo. Un’opera assolutamente mastodontica: 368 pagine ad alta grammatura con oltre 400 foto e più di 5 kg di peso,  in edizione limitata, ovvero solo 1978 copie (come l’anno di Darkness) in vendita in tutto il mondo. E’ uno di quelli che gli americani chiamano coffe table book, cioè di quelli da tenere in salotto in bella mostra.

Molte le foto inedite tratte dagli archivi personali di Stefanko, dalle photo session del 1978 (quelle di Darkness on the Edge of Town per intenderci), più immagini scattate durante i tour del 2012 e del 2016 mai pubblicate e mai viste prima d’ora. Lo scorso 3 aprile, poi, Frank Stefanko è stato invitato da Bruce nella sua tenuta di Colts Neck in New Jersey, per realizzare un servizio esclusivo per questo libro di cui lo stesso Springsteen ha scritto l’introduzione.  Danny Clinch ed Eric Meola, anche loro divenuti famosi con le loro foto di Bruce, hanno invece scritto la prefazione. Il tutto corredato da un lungo testo scritto dall’autore Frank Stefanko.

Il libro, edito dalla Wall of Sound Editions e stampato dalla Grafiche Milani di Milano, uscirà in 2 versioni: Cofanetto Deluxe, dalla copia 1 alla 350 tutte autografate da Frank Stefanko e accompagnate da una litografia formato 25×27 circa, anche questa numerata e firmata dal fotografo, per 580 euro (più spese di spedizione) e Cofanetto Collector, dalla 351esima copia alla 1978, a 350 euro (più spedizione). Insomma, non proprio alla portata di tutti, ma sicuramente un volume che – esattamente come un oggetto d’arte da collezione – aumenterà di valore nel corso degli anni.

CONDIVIDI
Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.