Jimi Hendrix e “Sgt. Pepper”, storia della cover più “veloce” del rock

2797
0

Qualche giorno fa abbiamo ricordato i 50 anni di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band dei Beatles, album strepitoso che proprio in questi giorni sta tornando in vetta nelle classifiche inglesi.
Oggi vi parliamo della cover più veloce della storia: qualche giorno dopo la pubblicazione infatti, il 4 giugno del 1967, sul palco del Saville Theatre di Londra, Jimi Hendrix eseguirà dal vivo la cover di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, brano omonimo e prima traccia del disco.

Qualche settimana prima Jimi Hendrix con i suoi Experience aveva pubblicato l’album di debutto Are You Experienced? che ottenne un grande successo e raggiunse la vetta nella classifica dei dischi inglesi: e proprio a Sgt. Pepper’s dei Beatles cederà il primato, ma divenne insieme all’album dei Fab Four, uno dei dischi simbolo del 1967 e del rock psichedelico.
Dopo l’esibizione dei Procul Harum, quel 4 giugno salì sul palco Hendrix con la sua Experience. La cover dei Beatles non era prevista in scaletta e venne decisa all’ultimo: a sorpresa Jimi decide poco prima di salire sul palco di fare questo brano, forse dopo aver saputo che alcuni dei Beatles erano tra il pubblico. Sugli spalti infatti c’erano proprio Paul McCartney e George Harrison, insieme al manager Brian Epstein.

Questo il ricordo di McCartney «Era uno dei suoi primi concerti a Londra. Jimi era un tesoro, un ragazzo molto carino. Ricordo la sua apertura al Saville in una notte di Domenica del 4 giugno 1967. Jimi ha iniziato lo show, le tende si aprirono e lui camminò  in avanti, suonando Sgt. Pepper, che era stato pubblicato solo giovedi e per me era il complimento finale. (…)  Lo considerai come uno dei più grandi onori della mia carriera. Voglio dire, sono sicuro che non lo avrebbe mai pensato come se fosse un onore, sono sicuro che pensasse che fosse altro, ma per me è stato un grande stimolo».

L’Experience due settimane dopo si esibirà al Monterey Pop Festival in California e proprio Paul McCartney fu decisivo nell’inserire Jimi Hendrix tra i musicisti del festival. Per la Experience sarebbe stato il primo concerto in terra americana. «Paul McCartney era la stella dei Beatles, il pezzo grosso che ci ha procurato il concerto a Monterey. Il nostro primo, vero passo in America», ricorderà Hendrix.
Del concerto al Saville Theatre non ci sono filmati disponibili: ma vi potete gustare la ricostruzione di quel concerto fatta nel film Jimi: All Is by My Side del 2014.