Ecco perchè la colonna sonora di “1993” è un capolavoro

464
0

Da qualche giorno si è conclusa 1993, la fortunatissima serie in onda su Sky Atlantic che racconta le vicende degli anni di Tangentopoli e dell’inchiesta Mani Pulite. Dopo una prima stagione (1992) di preparazione ai grandi scandali che hanno colpito l’Italia, questa nuova tranche di episodi ha regalato ai fan un continuo di racconto molto più coinvolgente grazie alle interpretazioni magistrali di attori come Stefano Accorsi, Domenico Diele e Miriam Leone, una fluidità di racconto molto migliorata e, soprattutto, una colonna sonora bellissima.

Come successo in 1992, anche questa volta gli autori hanno puntato ad un format vincente: utilizzare grandi brani della musica mondiale pubblicati nell’anno in cui si svolgono gli eventi, ovvero il 1993. Non bastava però avere delle grandi canzoni, infatti il vero colpo da maestro è stato inserirle in momenti chiave e molto evocativi della narrazione. Ecco quali sono stati per noi i momenti musicali migliori della serie.

HADDAWAY, WHAT IS LOVE
In un party esclusivo sui terrazzi romani scopriamo tutta la personalità di Veronica Castello (Miriam Leone), donna cinica, ambiziosa che non ha paura di usare il suo corpo come arma per ottenere ciò che vuole.

PAUL WELLER, WILD WOOD
Il protagonista Leonardo Notte (Stefano Accorsi) va per la prima volta ad Arcore per incontrare un nuovo personaggio di cui tutti parlano e che sconvolgerà la sua attività lavorativa e non solo: Silvio Berlusconi.

DURAN DURAN, ORDINARY WORLD
Luca Pastore (Domenico Diele) è un giovane poliziotto che lavora del pool di Mani Pulite, che a causa della mala sanità contrae l’AIDS ed è deciso a farla pagare ai colpevoli. La sua malattia diventa sempre più grave, e l’incontro con la giovane Eva, anch’essa malata, con la quale fa sesso in un’automobile, sarà una svolta per lui.

SMASHING PUMPKINS, DISARM
Veronica Castello è diventata la prima ballerina del Bagaglino e ottiene la tanto ambita intervista al Maurizio Costanzo Show. Al termine della scena la soubrette si troverà nel luogo dell’attentato di Via Fauro dove la notte del 14 maggio 1993 esplose una bomba diretta proprio a Costanzo.

883, COME MAI
In questa stagione un nuovo terribile elemento viene alla luce nell’Italia di quegli anni: il rapporto tra mafia e partiti politici. In questa scena facciamo la conoscenza del boss Brancato, che si scoprirà essere l’assassino di Michele Mainaghi, padre di Bibi e Zeno.

DEPECHE MODE, WALKING IN MY SHOES
Il rapporto tra Pastore e Eva è altalenante, poiché il giovane è sempre convinto nel voler continuare la sua battaglia contro i colpevoli delle tangenti sul sangue infetto. In una scena particolarissima i due amanti assumono LSD e Pastore inizia ad avere allucinazioni molto particolari.

PEARL JAM, DAUGHTER
Pastore riesce finalmente a vincere la sua battaglia arrestando gli uomini che da anni cercava. Nella soddisfazione generale di tutto il pool il poliziotto decide di rivelare il motivo per cui era ossessionato da tutto ciò, ovvero la sua malattia, lasciando tutti i colleghi di sasso, compreso Antonio Di Pietro.

CONDIVIDI

Nato nel 1995 nella terra degli Etruschi, ma nel mio sangue scorre il fuoco del Vesuvio. La musica fa parte della mia vita fin da quando, da bambino, mio padre mi fece conoscere Freddie Mercury. Dal 2014 organizzo uno dei festival musicali alternative più famosi del centro Italia. Passo il tempo suonando il basso e guardando le mie serie tv preferite.