Targhe Tenco: ecco i nomi dei finalisti

2001
1
Targhe Tenco finalisti
Ermal Meta all'Alcatraz di Milano il 7 maggio 2017 - © Foto: Riccardo Medana

Si resta un po’ delusi a scorrere l’elenco dei finalisti alle Targhe Tengo, che saranno assegnate a ottobre a Sanremo durante il Premio Tenco. Nell’insieme, i nomi dei prescelti non rappresentano al meglio (o perlomeno non del tutto) l’attuale scena. Forse bisognerebbe rivedere qualcosa nei meccanismi di preselezione. Faccio soltanto un esempio: nella categoria “Disco in assoluto” (che tradotto vuol dire “Miglior album”), non figura la rivelazione italiana dell’anno, cioè Ermal Meta, con il suo Vietato morire (che per fortuna almeno come canzone compare…). E un album come Quantum di gianCarlo Onorato quanti tra i giurati lo hanno ascoltato? E siamo certi che canzoni come Storia dell’uomo che vendette la sua ombra di Michele Gazich oppure Ballata dell’ipocondria di Loguercio e D’Alessandro siano meglio di pezzi come Non me ne frega niente di Levante, Fatti bella per te di Paola Turci o uno dei brani dell’ultimo album di Ligabue?
Ma vediamo chi sono i finalisti nelle varie sezioni:

DISCO IN ASSOLUTO:
Baustelle (L’amore e la violenza)
Paolo Benvegnù (H3+)
Brunori Sas (A casa tutto bene) Edda (Graziosa utopia)
Le luci della centrale elettrica (Terra)
Claudio Lolli (Il grande freddo)

ALBUM IN DIALETTO:
Cesare Basile (U fujutu su nesci chi fa?)
Foja (’O treno che va)
Gabriella Lucia Grasso (Vussia cuscenza)
Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro (Canti, ballate e ipocondrie d’ammore)
Pupi di Surfaro (Nemo profeta)

OPERA PRIMA:
Blindur (Blindur)
Colombre (Pulviscolo)
Lastanzadigreta (Creature selvagge)
Mara Redeghieri (Recidiva)
Carlo Valente (Tra l’altro)

INTERPRETE DI CANZONI:
Gerardo Balestrieri (Covers)
Teresa De Sio (Teresa canta Pino)
Ginevra Di Marco (La Rubia canta la Negra)
Dimartino / Fabrizio Cammarata (Un mondo raro)
Gang (Calibro 77)

CANZONE SINGOLA:
Baustelle / Amanda Lear (Francesco Bianconi
Diego Palazzo)
Brunori SaS / La verità (Dario Brunori)
Michele Gazich / Storia dell’uomo che vendette la sua ombra  (Michele Gazich)
Loguercio e D’Alessandro / Ballata dell’ipocondria (o del vibrione innamorato) (Canio Loguercio – Alessandro D’Alessandro)
Ermal Meta / Vietato morire (Ermal Meta)

CONDIVIDI

Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: “Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi”.

  • Andrea Moro

    Dovrebbe aver partecipato Francesco Di Vicino che a mio parere ha realizzato un album di altissimo livello, qualche nome mi lascia perplesso ovviamente non conosco tutti gli artisti finalisti ma inizierò ad ascoltarli…