Tom Hanks che aspetta il re e una doppia verità al cinema nel fine settimana

118
0
Tom Hanks

Quando la stagione cinematografica sembrava agli sgoccioli, arriva questo weekend di metà giugno che porta nel cinema diversi nuovi film interessanti e segna un’inversione di tendenza rispetto alle ultime settimane. Il cinema, ancora, non è andato in vacanza.

Aspettando il re di Tom Tykwer è basato sul romanzo Ologramma per il re di Dave Eggers. L’interprete principale è Tom Hanks, nella parte di un cinquantenne inviato dalla compagnia per la quale lavora in Arabia Saudita per ottenere un appalto. L’impresa si rivelerà più difficile del previsto e le lunghe giornate d’attesa costringeranno l’uomo a tracciare un bilancio della sua vita.

Keanu Reeves e Renée Zellweger sono i protagonisti di Una doppia verità di Courtney Hunt. Lui interpreta la parte di un avvocato chiamato a difendere un ragazzo accusato di aver ucciso il padre, lei quella di una vedova piuttosto reticente. Nel corso del processo i colpi di scena saranno molti ed i segreti più oscuri della famiglia verranno lentamente alla luce.

E’ estremamente contemporaneo Nerve di Henry Joost e Ariel Schulman, che sembra richiamare anche alcune esperienze balzate recentemente agli onori della cronaca. Il film è infatti incentrato su un social game al quale decide di partecipare una studentessa stanca di essere sempre lasciata in disparte. Il gioco diventerà sempre più inquietante e le sfide rischiose. Nel cast, fra gli altri, figurano Emma Roberts, Dave Franco e Juliette Lewis.

L’ottantenne Eleanor Coppola, moglie di Francis Ford Coppola, firma Parigi può attendere, una commedia che ha in Diane Lane ed Alec Baldwin gli attori principali. La protagonista è una donna trascurata dal marito, troppo preso dal lavoro, e la cui figlia ha lasciato casa per frequentare l’università. Accetta, da un socio del marito, un passaggio in auto da Cannes a Parigi, un viaggio alla scoperta di angoli sconosciuti della Francia ed anche un po’ di se stessa.

Lady Macbeth di William Oldroyd (regista teatrale molto apprezzato in patria, all’esordio al cinema) è ambientato nell’Inghilterra del 1865 ed ha per protagonista una ragazza, costretta a sposare un uomo più vecchio, che inizia una relazione clandestina con un giovane stalliere. La passione porterà la ragazza al centro di una spirale di violenza ed a compiere gesti spietati. Lei è Florence Pugh.

Escono anche Il crimine non va in pensione di Fabio Fulco e Io danzerò di Stéphanie Di Giusto.

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.