La carica delle dj girl

97
0
Dj girl

Per lunghi, lunghissimi anni, il clubbing è stato dominato da dj di una certa età, personaggi arrivati al vertice dopo una lunga gavetta. Oggi tra i numeri uno per cachet ed importanza musicale c’è senz’altro Martin Garrix, appena diciottenne, e ci sono, soprattutto, un bel po’ di dj girl.

La presenza di belle ragazze in console attraversa tutti i diversi generi della musica da ballo, non è certo esclusiva della scena cosiddetta ‘commerciale’. In ambito techno / elettronica la regina è la siberiana Nina Kraviz, seguita ormai da vicino dall’Ucraina Nastia. La prima ha fatto per un periodo pure la giornalista, per cui sa perfettamente come comunicare mescolando musica altrui (i dj oggi purtroppo promuovono solo le loro tracce, non sempre memorabili) e sex appeal. La seconda è bella come una modella ma ha anche un’energia non comune, la stessa della campana Deborah de Luca, che fa ballare molti dei club più importanti del circuito elettronico. Tutte e tre queste dj girl fanno ballare in date diverse Il Grido!, festival organizzato da Musicaeparole a Gallipoli, ormai sorta di Ibiza italiana per quantità e qualità di proposte musicali. Infatti restando a Gallipoli ma cambiando festival, in console restano belle ragazze piene d’energia. Per il Popfest in console vanno infatti le Nervo. E nei club? Al celeberrimo RioBo ha appena suonato Valentina Dallari. Personaggio tv e icona dei social, in console non si limita certo ai selfie. Spinge forte sul ritmo, come pochi maschietti sanno fare. Il suo aspetto conta? Certo che si, ma soprattutto nella comunicazione che precede la serata e nei primi 5 minuti di un dj set. Dopo conta la sostanza musicale e la Dallari sa come far saltare.

Spostandosi al Nord la tendenza resta. Al Nikita #Costez di Telgate (BG), uno dei locali simbolo della dolce vita in Franciacorta, insieme alla già citata Dallari è di casa pure la sua amica Ema Stokholma (nella foto). Ema il 24 giugno fa scatenare il Flower Power Party di questo spazio sabato 24 giugno. Ex modella, oltre che un corpo ‘da urlo’ pieno di tattoo, ha pure un cervello. Altrimenti non sarebbe da tempo speaker su Radiodue, nel divertente show Back2Back.

E a Ibiza? In console all’Amnesia insieme a mille super dj, alla faccia dei puristi, ci va pure Paris Hilton, che in console non ha una tecnica strabiliante ma almeno non infarcisce di bootleg e mash up i suoi dj set come tanti nerboruti colleghi italiani.

Molti addetti ai lavori dicono che questa recente attenzione ad estetica e sex appeal rovinerà velocemente il clubbing mondiale.

Che la crisi abbia il sopravvento è possibile, ma non sarà certo questo il motivo. Infatti nel rock’n’roll la tendenza è questa dagli inizi, perché musica da grandi numeri e sex appeal sono legati da sempre. “Il creatore” del rock fu Chuck Berry, ma il suo re sarà sempre Elvis Presley. Ovviamente il bianco Elvis quanto a fotogenia e sex appeal era più vendibile di Berry, ma chi dice che Elvis non avesse anche un immenso talento dice solo amenità.

CONDIVIDI
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).