Addio a Paolo Limiti, storico conduttore Rai

310
0

È morto a Milano all’età di 77 anni Paolo Limiti, popolare paroliere (per Mina, Ornella Vanoni, Peppino Di Capri, Loretta Goggi, Fred Bongusto e molti altri) e storico conduttore Rai, colpito un anno fa da una grave malattia.

Ad annunciarlo su Twitter il produttore Nicola Carraro, marito di Mara Venier che con lui aveva condotto Domenica in nella stagione 2004/2005.

Grande appassionato di musica, Limiti era uno specialista degli aneddoti, spesso vissuti in prima persona. Aveva sempre un tono serafico, tanto che Caparezza aveva scritto una canzone intitolata proprio Limiti con la quale ironizzava sul tono nostalgico delle sue trasmissioni, cantando «Sono un fottuto nostalgico (…) aiuto, sto diventando come Limiti».
Anche Simone Cristicchi nella sua prima hit Vorrei cantare come Biagio Antonacci ironizza sul tono nostalgico della trasmissioni di Limiti nella frase: «Per quanto sia nostalgico non sono stato mai da Paolo Limiti».
Aveva firmato decide di canzoni come autore del testo, molte per Mina (Secundi secundà, Un’ombra, ma soprattutto Bugiardo e incosciente), e poi Buonasera dottore portata al successo da Claudia Mori, Non sai fare l’amore per Ornella Vanoni, primo tra i suoi successi, la stupenda La voce del silenzio, presentata a Sanremo nel 1968 da Tony Del Monaco e Dionne Warwick.

CONDIVIDI

Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è “spettacolo” (appunto).