Dopo il colossale incasso di Vasco Rossi, quale futuro per Modena Park?

5201
0
Concerti italiani 2017

Il concerto di Vasco Rossi a Modena di sabato scorso è stato uno straordinario evento musicale, ma anche un gigantesco affare per chi, direttamente o indirettamente, vi ha partecipato. In molti, in questi giorni, si sono cimentati nel fare i conti in tasca al rocker di Zocca. Si parla di 12 milioni di euro incassati solo dai biglietti, somma alla quale vanno aggiunti gli incassi di cinema, televisione, maxi schermi, sponsor, aree ristoro e merchandising. E poi tutto l’indotto, visto che Modena è stata invasa da oltre 200 mila persone che, sul territorio, hanno ovviamente lasciato dei bei soldi. Il totale, secondo alcune stime (ad esempio quella de Il Giornale) si potrebbe aggirare attorno ai 36 milioni di euro.

Un giro d’affari incredibile per l’evento di un solo giorno, incentrato su un unico artista. Ed ecco allora che, inevitabili, iniziano a circolare i rumors su quello che sarà il destino di Modena Park. O del Parco Ferrari, sarebbe meglio dire, un’area capace di contenere un pubblico sterminato e che si è dimostrata gestibile dal punto di vista dell’ordine pubblico. I disagi veri ci sono stati in stazione, la notte dopo il concerto. Quello è l’aspetto che in futuro, se verranno organizzati altri eventi, dovrà essere migliorato. Ma per quanto riguarda il parco in sé (entrata dei fan, gestione all’interno, uscita) tutto è filato liscio o quasi. Poco meno di un miracolo.

Per il futuro, la voce che circola è quella di un accordo di cinque anni tra Comune e Live Nation. Ne aveva parlato alcuni giorni fa il Fatto Quotidiano:  «Pare che ci sia già un accordo tra la società di produzione del concerto, Live Nation e il Comune per cinque anni di eventi a 500.000 euro l’anno». Per ora un’ipotesi, ma che circola con insistenza. Pare di capire quindi che saranno organizzati altri concerti a Modena Park. Anche se quello di sabato scorso, è innegabile, resterà nella storia. Unico e indimenticabile.

CONDIVIDI

Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.