Gli uomini sono nemici, il film ritrovato con Valentina Cortese

Per festeggiare i 70 anni del Piccolo e della Cineteca  giovedì 6 luglio alle 21 nel Chiostro Nina Vinchi di Via Rovello 2

120
0

 Nel 1947 pochi mesi prima di partire per Hollywood l’attrice milanese Valentina Cortese è chiamata a interpretare il ruolo di Maria Pilar nel film di Ettore Giannini Gli uomini sono nemici, una coproduzione italo-francese incentrata su di una vicenda legata alla Resistenza, allo spionaggio e controspionaggio durante la seconda guerra mondiale. Personaggi principali sono Mario De Falla (Clément Duhour), cantante di un locale notturno di Lisbona che lavora per gli alleati e Irene (Viviane Romance), una spia dei tedeschi collegata a un agente segreto. Dopo aver fatto eliminare molti elementi dell’organizzazione dei resistenti, la donna è catturata dai partigiani, ma inizialmente difesa da Mario convinto della sua innocenza fino a quando la verità non verrà a galla.. Interpretato, oltre che da Valentina Cortese, da Fosco Giachetti, da Aroldo Tieri e dall’esordiente Silvana Mangano, con le musiche di Nino Rota, il film nell’unica copia in negativo dato per smarrito è stato ritrovato negli archivi della Fondazione Cineteca Italiana di Milano e restaurato con il finanziamento della Regione Lombardia. La pellicola che contiene le voci non doppiate degli attori dell’epoca sarà proiettata con il Cinemobile FIAT del 1936, un furgone dotato di un apparecchio per pellicole da 35 mm. e diffusori di suono incorporati che veniva utilizzato per portare la magia del cinema nei paesi più sperduti privi di sale cinematografiche. Per l’occasione il Cinemobile partendo dalla sede del MIC – Museo Interattivo del Cinema, giovedì 6 luglio porterà l’opera fino al Chiostro Nina Vinchi (via Rovello 2) e  lì sarà presentata alle 21 dal critico cinematografico Maurizio Porro al pubblico (ingresso libero fino a esaurimento dei posti).

CONDIVIDI

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.