L’incredibile storia del Gallo: prima Modena Park, poi i lavori socialmente utili

8362
0
il gallo

«Andavo un po’ troppo piano in macchina e me l’hanno sequestrata». Al Gallo, al secolo Claudio Golinelli, dal 1984 bassista di Vasco Rossi, l’ironia non è mai mancata.

Sabato scorso ha suonato davanti a 225 mila spettatori a Modena Park ed a breve sarà in tour con Stef Burns e Will Hunt. Nel mezzo ha trovato anche il tempo per saldare un piccolo debito con la società: una giornata di lavori socialmente utili a Borgo Tossignano, piccolo centro in provincia di Bologna. «Mi riconoscevano tutti – ricorda il Gallo – ad un certo punto abbiamo anche trasportato un vecchio frigorifero».

La storia di questa giornata così particolare è stata raccontata da Enrico Agnessi sul Resto del Carlino. Per leggere l’intero articolo cliccate qui: il Gallo si rende socialmente utile.

CONDIVIDI

Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.