I Thegiornalisti iniziano il tour estivo col botto

634
0
Foto di Luca Gavagna tratta dalla pagina di Vivo Concerti

È partito ieri sera da Ferrara Completamente Senza Estate, il tour estivo dei Thegiornalisti. La band di Tommaso Paradiso negli ultimi mesi è stata sulla bocca di tutti, nel bene e nel male, con critiche taglienti, al limite della cattiveria. Quel che conta però, alla fine, è il calore del pubblico e Ferrara ha risposto con grande stile.
Piazza Castello è gremita con lunghe code all’ingresso dovute ad una sicurezza, come sempre in questi casi, molto attenta. Più fastidiose sono state le zanzare, accorse anche loro in massa per questo evento. Fortunatamente alle 21.45 si sono spente le luci e, sulle note di Senza, è iniziato il concerto.

È difficile descrivere un concerto dei Thegiornalisti: riescono ad unire alle perfezione una simpaticissima cialtroneria (nel senso più buono del termine) con la professionalità che ti aspetti dalla band rivelazione dell’anno. Le due ore di concerto corrono veloci con un pubblico entusiasta e partecipe: canta le canzoni, balla, si diverte e risponde tono su tono agli input lanciati da Tommaso.

È lui il leader del gruppo ed il padrone del palco. Salta, si diverte, fa delle dirette su instagram, prende in giro la band («Siamo proprio a pezzi») e si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa. Per presentare Mare Balotelli sceglie delle parole che la dicono lunga sullo stato della band: «Questo brano è di qualche anno fa, quando non eravamo ancora venduti». Allo stesso modo, per introdurre Il tuo maglione mio: «Quando abbiamo presentato questa canzone c’è arrivata addosso una tempesta di merda, ma adesso credo che potrà piacervi». A leggere queste parole una persona potrebbe dire che si tratta solo di un’arrogante presuntuoso che ha la vista oscurata dal successo. Personalmente invece, credo che si veda un uomo che mette in mostra tutta la sua fragilità, nel senso migliore possibile: dopo anni di gavetta, di sacrifici, di tentennamenti e di dubbi arriva di colpo un grande successo, accompagnato però da una serie (spesso ingiustificata) di accuse e colpi bassi dalla critica, dai colleghi e soprattutto dai fan. Davanti a tutto questo si può reagire in due modi: chiudersi a riccio, o sfoderare un leggero e velato sarcasmo, che però riesce a dire molto della tua personalità. Personalmente ammiro Tommaso Paradiso, così come ammiro la sua capacità di prendersi poco sul serio e di saper gestire una piazza con migliaia di persone come se si trovasse in una birreria di periferia.

SCALETTA THEGIORNALISTI FERRARA SOTTO LE STELLE
1. Senza
2. Gli alberi
3. Vieni e cambiami la vita
4. Mare Balotelli
5. Fine dell’estate
6. L’ultimo grido della notte
7. Disperato
8. Sbagliare a vivere
9. Io non esisto
10. Don’t Look Back in Anger (Oasis cover)
11. Proteggi questo tuo ragazzo
12. Fatto di te
13. Sold out
14. Per lei
15. Tra la strada e le stelle
16. Il tuo maglione mio
17. Non odiarmi

BIS
18. Riccione
19. Promiscuità
20. Completamente

Foto di d.ee.b.o / Instagram
CONDIVIDI

Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l’Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.