Mauro Ermanno Giovanardi omaggia gli anni ’90 nel suo nuovo album

107
0

Quando Mauro Ermanno Giovanardi annuncia la pubblicazione di un nuovo album è sempre una bella giornata. Questa volta, il cantante si cimenterà con gli anni ’90 della musica italiana, di cui proporrà alcuni brani-simbolo (chicca: Nera signora, dei La Crus). Il risultato sarà La mia generazione, in uscita il 22 settembre.
A presentare il nuovo progetto è lui stesso, sul suo profilo Facebook: «L’idea che mi girava in testa da un po’ di tempo era quella di rileggere la scena musicale degli anni ’90. Una stagione irripetibile in cui un gruppo di musicisti, me compreso, dopo aver vissuto e imitato certi modelli stranieri, perlopiù anglofoni, ha sentito che era arrivato il momento di parlare al pubblico nella nostra lingua. Che era necessario farsi capire. Scrivere in italiano ed essere credibili. Fu un momento importantissimo, una congiunzione astrale davvero unica. Cambiò tutto nel giro di pochi mesi. C’era la voglia di cercare un dialogo più forte con il pubblico e di affrancarsi da certi cliché. Le Major intuirono che valeva la pena investire in questo sottobosco musicale che era davvero maturato perché i nostri messaggi potevano arrivare a un pubblico più vasto e soprattutto pronto: tutto questo creò un effetto deflagrante. Da qualche centinaio di persone, in brevissimo tempo diventarono migliaia che cantavano insieme a noi le nostre paure e i nostri sogni. Un’esperienza pazzesca».

Il disco sarà quindi un omaggio alla scena musicale italiana degli anni ’90. Non contento di una presentazione così ricca, Joe ha deciso anche di pubblicare la tracklist dell’album.
Eccola:

1. Aspetttando il sole (Neffa e i Messaggeri della Dopa)
2. Lieve (Marlene Kuntz)
3. Huomini (Ritmo Tribale)
4. Non è per sempre (Afterhours)
5. Cose difficili (Casinò Royale)
6. Baby Dull (Üstmamò)
7. Forma e sostanza (C.S.I.)
8. Lasciati (Subsonica)
9. Cieli neri (BluVertigo)
10. Corto Maltese (Mau Mau)
11. Stelle buone (Cristina Donà)
12. Nera signora (La Crus)
13. Il primo Dio (Massimo Volume)

CONDIVIDI

Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe ’93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all’Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi trovate anche su D.Repubblica.it, Amica.it, La Nuova Venezia, il Mattino di Padova e la Tribuna di Treviso.