Guido Elmi, domani il funerale: il ricordo dei suoi musicisti

3209
0
Guido Elmi

Domani alle 10 a Bologna sarà celebrato il funerale di Guido Elmi, storico produttore di Vasco Rossi, scomparso lunedì scorso. In questi giorni moltissimi musicisti che hanno lavorato con lui lo hanno voluto ricordare pubblicamente su Facebook. Pubblichiamo alcuni di questi ricordi, scusandoci in anticipo per eventuali dimenticanze.

VASCO ROSSI
Guido se ne è andato improvvisamente… era molto stanco.
Io sono molto triste.
Una consolazione è che ha fatto in tempo a partecipare, vivere e vedere la grande festa di Modena Park !
Wiva Guido !

ALBERTO ROCCHETTI
Non riesco a realizzare che Guido non c’è più … è morto…. ma non è’ possibile … non è’ possibile … una vita insieme a realizzare la cosa più bella al mondo … i nostri concerti … l’anima rock e’ volata in cielo…. abbiamo avuto tanti conflitti .. ho comunque sempre dato retta ai suoi consigli … ha cambiato il mio modo di suonare.. e con il tempo mi sono reso conto di quanto avesse ragione… prima mi chiamava Rocchetti … ora mi chiamava Alberto ….abbiamo trascorso gli ultimi due mesi di prove sempre insieme …. le nostre colazioni al mattino presto a parlare della vita … le passeggiate …poi il lavoro … tante osservazioni in passato …. sempre meno negli ultimi tempi … unica cosa che mi ha detto quest’anno è stata … che meraviglia il solo di tastiera di splendida giornata… ricevere un complimento da Guido per me era toccare il cielo … era affaticato alle prove ogni tanto lo stringevo .. era tanto debilitato …era stanchissimo… penserò sempre a lui dal profondo del cuore..non potro esserci domani fisicamente … il nostro lavoro la nostra missione non me lo permette … avanti ..! ANIMA ROCK mancherai tanto a tutti noi .. CIAO Guido…. ti voglio bene……alberto

CLARA MORONI
Eccola! Ci ho messo un po’ a trovarla questa foto, ma me la ricordavo bene. Eravamo al matrimonio di Stef, il 27 giugno 2011. Ho conosciuto Guido 28 anni fa e la mia vita ha preso il corso che ha preso. Chissa’, se non lo avessi conosciuto in studio, durante il disco di Alberto Fortis, che altre direzioni avrebbe preso la mia vita. Ha creduto in me. Mi ha chiamato per orchestrare le voci di un album importante come “Gli spari sopra”, che poi mi ha traghettato nella storia di Vasco Rossi. Mi ha chiamata per cantare in Piazza Maggiore a Bologna, con i piu’ grandi musicisti del mondo, lo ringraziai tanto e mi commossi…e si commosse anche lui, perche’ avevo perso da poco mia madre e lui sapeva cosa voleva dire essere orfani di entrambe i genitori. Non era facile voler bene a Guido, e suppongo non fosse facile nemmeno per lui sapere, nel profondo, di non riuscire a dimostrare l’affetto che provava per gli altri. Era un tipo cosi’. Un duro. Una decina di giorni fa mi sono sentita di chiamarlo per sapere come stava. E non stava bene. Avrei voluto che tra noi ci fosse stata piu’ frequentazione perche’ era un tipo molto ironico e mi ha sempre fatto molto ridere. E poi tutti gli aneddoti e le storie di tutti i retroscena della musica bolognese che raccontava. Quante belle tavolate abbiamo fatto insieme, sapeva essere molto piacevole, quando voleva. In fondo se ne va con lui, anche un pezzo molto grande della mia vita. Il giorno di questa foto ricordo che mi disse:”Vieni qui che facciamo la foto con Johnny, sei bellissima, sembri un’attrice, cosi’ miglioriamo la foto!”. E questa e’ l’unica foto che abbiamo insieme. Nei confronti della morte sviluppo una sorta di protezione emotiva, ma piu’ passano le ore, piu’ mi sale un immenso dispiacere. Lo voglio ricordare con quel motto che ogni tanto, ridendo e facendoci ridere, esclamava in sala prove, col pugno alzato: “Maximum power!”. Ciao Guido…

MATT LAUG
Guido,
I am in total disbelief that you are gone. I noticed that dealing with age had slowed you down a little but I didn’t realize that it would take you away from us so soon. I thought we had more time.
I remember the last time I spoke with you. It was in the dressing room after the great concert in Modena. You had a big smile on your face as you gave me a high five and said that you were very happy with the concert because the band sounded big, relaxed and powerful. I will never forget that moment. I am so happy that I was there when the band kicked ass with “Maximum power” for you, one last time.
Rest In Peace my friend.
Ciao.
Matt

STEF BURNS
This has been difficult. The passing of Guido Elmi hit so many of us really hard. He was a complicated man, sometimes struggled with social skills, but still somehow was able to get through, and bring out greatness in others. His smile was genuine. He was often like a young boy excited about the recordings and riffs that were being created.
I’ve worked with him for 24 years since he heard me on an Alice Cooper album and hired me to record with Vasco Rossi in 1993. I am forever grateful to you for that Guido because it has been a life changing experience for me in so many ways. Thank you Guido… as I have often told you… thank you. A part of you will always be with me forever.

CLAUDIO GOLINELLI
Mio caro Guido non ci posso essere nel tuo ultimo viaggio e ciò mi riempie di dolore arriverò sabato sera solamente ma con il cuore che ancora lacrima io ci sarò !!! Mai come quest’anno ci siamo fattI compagnia scherzando e facendo a gara sulla nostra glicemia ! Voglio solo dirti che parte della mia vita e’ morta con TE !!! Mio caro Guido ti abbraccio dolcemente , sempre tuo GALLO.

ANDREA INNESTO
Sono Incredulo e dispiaciuto…. beh mi vengono in mente tanti aneddoti….quando ero ragazzino e mi dicevi ….sei giusto..sei una bella cartola …. beh in 33 anni ne abbiamo passate insieme di avventure musicali …. Grazie . Buon Viaggio … ciao Guido. R.I.P

FRANK NEMOLA
Non trovo niente di meglio delle parole di Wilko: “E sto in silenzio.”
R.I.P. Guido

DIEGO SPAGNOLI
Buon viaggio Fratello….quanta strada percorsa insieme nonostante la tua dignitosa solitudine …. Grazie della possibilità che mi hai dato di combattere insieme , quelle sfide di cui ora tutti parlano …Addio Guido

MAURIZIO SOLIERI
Di Guido voglio ricordare soprattutto i primi tempi, quando con Maurizio Lolli facevamo lunghe jam session notturne, le tavolate da Vito e alla Buca delle campane, la lunga serie della Feste dell’Unita’ tra Bologna, Reggio e Ferrara, l’ascolto entusiasta dei grandi dischi del Rock’n’roll, il cercare di inserire la musica Anglo Americana tra le geniali liriche di Vasco, la nascita della Steve Rogers Band, le lunghe e divertenti session di studio, l’atteggiamento che aveva di non accontentarsi mai e di andare sempre avanti. Gli anni dei grandi successi li conoscono tutti, quelli piu’ personali fanno parte del nostro background. Ciao Guido, abbiamo fatto tantissime belle cose insieme, che rimarranno.

ANDREA BRAIDO
Nel pomeriggio,ho saputo della scomparsa di Guido Elmi, sono dispiaciuto.
Ricordo molti giorni,settimane e mesi passati in studio assieme durante varie produzioni come “Nessun Pericolo Per te” “Rock” “Gli Spari Sopra” e non solo per Vasco!
Senza dubbio Molto del successo di Vasco si deve ad alcune sue intuizioni geniali!
R.I.P.

WILL HUNT
Ciao Guido…… Grazie di tutto. I’m sorry to see you go my friend. 😓RIP

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.