Il MEI propone a Vasco Rossi di far incidere i brani inediti rubati da hacker a band emergenti

1919
1
Vasco Rossi
Foto di Enrico Ballestrazzi

Giordano Sangiorgi del MEI avanza una proposta a Vasco Rossi: regali i brani inediti diffusi illegalmente on line dagli hacker agli artisti e band emergenti, così supporta i nuovi artisti e beffa i ladri stessi.

Come noto, dopo il successo senza precedenti di Modena Park, Vasco Rossi è costretto a fare i conti con il furto di alcuni suoi brani inediti.

A rendere noto lo sgradevole avvenimento è stata la pagina Facebook ufficiale del cantante, che mette in guardia dall’utilizzo del materiale. «Cari Fan – si legge nel post – è di recente emerso che tra gli utenti della pagina Facebook di Vasco ed all’interno del Fan Club circolano file che, secondo le voci diffuse, conterrebbero tracce di brani inediti interpretati da Vasco».

Dopo aver dato comunicazione del furto, lo staff del Kom spiega che detenere e diffondere quei file configura un reato e dunque diffida chiunque ne sia in possesso a trasmetterli ad altri senza autorizzazione. «Si tratta di file sottratti ai legittimi proprietari in modo illecito – continua il messaggio – e che, pertanto, potrebbero essere oggetto di una condotta criminosa in relazione alla quale ci si riserva di agire presso le opportune sedi penali; alla luce di ciò, la detenzione di tali file da parte vostra può configurare, tra gli altri, il delitto di ricettazione».

«Una notizia veramente molto brutta» commenta Giordano Sangiorgi , patron del MEI, Meeting degli Indipendenti, la kermesse della nuova musica italiana che si tiene ogni anno a fine settembre e che ha visto spesso presente il produttore di Vasco Rossi, Guido Elmi, di cui proprio oggi si sono svolti i funerali. «I colpevoli vanno presi e sanzionati perché si tratta di un furto vero e proprio, in tutti i sensi di grande valore».

Ma ciò detto, ecco arrivare dal patron del MEI una proposta provocatoria ma comunque interessante per la crescita della musica del nostro Paese. «Per beffare gli hackers e rendere inutile il loro furto, Vasco Rossi, che si è dimostrato tantissime volte sensibile e vicino a battaglie sociali e civili di forte impatto, potrebbe “regalare” i suoi cinque brani rubati ai giovani artisti e alle giovani band emergenti per una loro interpretazione così da lanciare, grazie ai suoi brani, le carriere di artisti giovani, selezionati magari tra quelli che hanno vinto il recente contest Standing Ovation, realizzato dal suo staff insieme a tante altre realtà, proprio in occasione di Modena Park. Noi saremmo lieti di ospitare al prossimo MEI di Faenza gli artisti e le band che realizzassero tali brani inediti. Sarebbe la peggiore beffa per gli hackers che si troverebbero così in mano un pugno di mosche e Vasco Rossi dimostrerebbe ancora una volta la sua grandezza e una grande spinta al cambiamento nel settore musicale».

CONDIVIDI

Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è “spettacolo” (appunto).

  • Massimo Decimo Meridio

    Invece farebbe così tanta pubblicità che la gente cercherebbe la versione originale arricchendo gli hakers..meglio che le pubblichi in fretta e poi le puo regalare a chi vuole