Springsteen a Broadway dal 3 ottobre al 26 novembre

705
0

Ne avevamo parlato in questo sito lo scorso 31 luglio, usando tutti i condizionali del caso. Oggi però è arrivata la conferma ufficiale, direttamente da Bruce che lo ha annunciato sul suo sito: «Volevo fare uno show che fosse quanto di più intimo e personale potesse essere. Ho scelto Broadway perché ci sono questi vecchi teatri bellissimi che sono lo spazio perfetto per ciò che ho in mente. Ad eccezione di un paio di venues il Walter Kerr Theatre con i suoi 960 posti è lo spazio più piccolo dove abbia suonato negli ultimi 40 anni». Così annuncia Springsteen e va avanti aggiungendo particolari che faranno venire le lacrime agli occhi e l’acquolina in bocca a tutti i fans del mondo: «Il mio show è soltanto io, la chitarra, il piano, le parole e la musica (praticamente il sogno di tutti noi, nda). Una parte dello spettacolo sarà parlata, un’altra  cantata: seguirà liberamente l’arco della mia vita e del mio lavoro. Il tutto perseguendo il mio obiettivo costante, ovvero quello di fornire una serata di intrattenimento e di comunicare qualcosa che abbia un valore».

Bruce Springsteen a Broadway

Springsteen on Broadway inizierà martedi 3 ottobre, anche se il debutto ufficiale sarà il 12 ottobre: 5 show a settimana fino al 26 novembre. I biglietti verranno messi in vendita il 31 agosto esclusivamente su Ticketmaster, un sito dotato di una tecnologia unica  che garantisce che i biglietti vadano realmente a fan veri e non a robot e/o bagarini seriali.

Per l’acquisto – eventuale – dei biglietti bisogna registrarsi preventivamente, da oggi fino al 27 agosto, al sito e attendere una mail di conferma che non garantirà comunque,  la certezza di essere selezionato per l’acquisto del biglietto. Cosa che avverrà in maniera casuale: se riceveremo un sms con codice di conferma il 30 agosto, avremo la possibilità di comprare al massimo 2 biglietti. Badate bene: l’sms arriverà dalle 2 alle 4 ore prima della messa in vendita dei biglietti stessi, quindi mercoledì 30 agosto non vi staccate neanche per un secondo dal vostro telefono! Springsteen e i Teatri Jujamcyn (di cui fa parte anche il Walter Kerr) hanno deciso di vendere i biglietti esclusivamente attraverso questo sito per garantire a tutti i fans sparsi nel mondo le stesse possibilità di comprare i biglietti. Praticamente il massimo della democrazia, tutti uguali davanti alla tastiera.

Dunque, solo un colpo di fortuna può garantirci l’ingresso a quello che è senza ombra di dubbio – a mio modestissimo parere – l’evento degli ultimi 20 anni e dei prossimi 10 a venire. Un’occasione stratosferica per vedere Bruce che parla di sé, della sua vita e della sua musica con te. Sarebbe la più bella intervista che una giornalista potrebbe mai sperare di realizzare e – forse – la più bella serata della mia vita. Senza forse. Io mi sono registrata, da qui al 29 agosto incrocio le dita e il 30 mi appiccico il cellulare al collo. Hai visto mai mi chiamasse Bruce?

Queste tutte le date: ottobre 3, 10, 11, 13 (venerdi), 14 (sabato), 17, 21 (sabato), 24, 28 (sabato) e 31. Novembre 1 (mercoledi), 4 (sabato), 7, 11 (sabato), 14, 18 (sabato), 21, 22, 24 (venerdi) e 26 (domenica).

CONDIVIDI

Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss.
Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s’intitola “Autostop Generation” (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.