Ringo Starr: «Ecco come Paul ha suonato nel mio disco»

590
0

E’ un Ringo Starr senza peli sulla lingua quello che si è lasciato intervistare da Rolling Stone su Give Me More Love, il suo prossimo disco, in uscita il 15 settembre.

In particolare ha raccontato come ha fatto ad avere con se Paul McCartney: «Semplicemente l’ho chiamato e gli ho detto che avevo questa canzone, Show Me The Way, e volevo che la suonasse. Lui è un caro amico ed è venuto a Los Angeles a registrarla. La canzone parla di Barbara (sua moglie ndr.), volevo che fosse un pezzo molto personale. Poi, mentre era qui, ha deciso di suonare anche We’re On The Road Again. È stato molto carino». QUI potete ascoltare il brano.
«Lui è un musicista incredibile – continua Ringo – sia come cantante, che come scrittore, ma per me è il migliore al mondo come bassista, è il più melodico di tutti. È sempre bello suonare insieme. Io l’ho fatto spesso nei suoi dischi, in particolare negli anni ’90. La gente in questi casi dice sempre che è passato troppo tempo, ma in realtà non è così: negli ultimi anni abbiamo fatto i Grammy o lo show sui Beatles per la tv americana. Siamo sempre amici, ma non viviamo insieme».

Ringo ha anche parlato delle prossime edizioni degli album dei Beatles: «Spero facciano il White Album ed Abbey Road» e del suo ruolo avuto nel cofanetto di Sgt. Pepper e di Eight Days a Week «Giles Martin ha rimasterizzato il disco, me lo ha mandato e gli ho semplicemente detto che lo adoravo. È molto interessante, anche per me che l’ho realmente fatto. E’ un po’ come il documentario di Ron Howard. Ero così commosso nel guardarlo pur avendoli vissuti io quei momenti!».

CONDIVIDI
Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.