I Radiohead domani a Macerata: «Un gesto per accendere i riflettori su questi territori»

171
0
Thom Yorke

Domani sera allo Sferisterio di Macerata andrà in scena il concerto di beneficenza per i terremotati di Thom Yorke e Jonny Greenwood dei Radiohead. Un evento voluto fortemente dai due artisti inglesi che proporranno in versione acustica i più importanti successi della band di Oxfordshire: «Vogliamo dare una mano. La nostra è soltanto una piccola cosa se paragonata alle case distrutte, ma possiamo contribuire a un cambiamento. Abbiamo scelto lo Sferisterio perché è una bella location e poche band vengono a suonare in questa parte d’Italia», ha spiegato il chitarrista dei Radiohead al Resto del Carlino.

Il ricavato dello show, 231mila euro, sarà devoluto al comitato ArteProArte, coordinato da Sharona Katan, moglie di Greenwood, per il recupero delle opere d’arte danneggiate. «C’è il rischio che tutto venga dimenticato o peggio la supposizione che il problema sia finito – ha continuato Jonny Greenwood – Ma di certo non è così ed è importante che l’attenzione sulle Marche resti alta. Speriamo di dare un supporto per il restauro delle opere d’arte danneggiate dalle scosse. Nei precedenti terremoti, le opere d’arte danneggiate sono state spedite fuori e non sono mai più tornate. Dovrebbero restare nelle Marche, invece».
Durante l’intervista Greenwood ha anche espresso un sogno per il futuro, quello di tornare nelle Marche con la band al completo: «Sarebbe bello suonare in uno spazio più ampio con i Radiohead. È un peccato che così tante persone non abbiano potuto acquistare i biglietti (ndr. i 2472 biglietti messi a disposizione da Indipendente Concerti sono andati esauriti in meno di quattro minuti)».

Ad aprire il concerto del duo inglese Daniele Di Bonaventura e il Cubis Quartet, composto da Federico Bracalente, Aldo Campagnari, Cristiano Giuseppetti e Vincenzo Starace. Domani sera sul nostro sito la scaletta e le foto dello show.

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).