Quella volta che Ringo Starr abbandonò i Beatles

4450
1

Era il 22 agosto del 1968: i Beatles erano impegnati nelle registrazioni di quello che sarebbe diventato il White Album, quando Ringo Starr decise di abbandonare la band.

Il 1968 non fu un anno facile per i Fab Four: dopo il viaggio in India a Rishikesh, presso la scuola di pensiero della “rigenerazione spirituale” di Maharishi Mahesh Yogi e il lancio della loro etichetta Apple, i quattro stavano attraversando un periodo difficile, tra continue tensioni interne, spesso non uniti e compatti in studio.

Dopo una sessione particolarmente difficile, durante la quale Paul McCartney aveva criticato aspramente il modo di suonare la batteria di Ringo, questi decise di allontanarsi dalla band.

Immagine correlata

Si recò da John Lennon per comunicargli che voleva mollare tutto. Così ricorda Ringo nella biografia di Philip Norman. «Dissi: “Ho deciso di lasciare il gruppo perché non sto suonando bene e mi sento escluso e non amato, mentre voialtri tre siete così uniti”. E John rispose: “Pensavo che foste voi tre quelli veramente uniti”. Poi andai da Paul e gli dissi le stesse cose e lui rispose ripetendo le medesime parole di John».

Convinto che la sua carriera di Beatle fosse ormai agli sgoccioli, Ringo se ne andò in vacanza in terra sarda. Durante questo periodo, in barca insieme all’amico Peter Sellers, Ringo Starr fece la conoscenza del polpo, quando gli venne servito da uno chef. Rimase colpito dal comportamento e dalle abitudini di quest’animale al punto da dedicargli un brano. Scrisse così Octopus Garden durante il viaggio, forse anche per far vedere agli altri della band di essere all’altezza.
Ringo ricordo di aver ricevuto un telegramma dal resto della band: «You’re the best rock’n’roll drummer in the world. Come on home, we love you». E così decise di tornare.

Ritornò negli studi di Abbey Road il 3 settembre, e notò una piacevole scoperta: Mal Evans, su idea di George Harrison, aveva coperto il suo kit di tamburi di fiori come gesto di benvenuto. “Welcome Back Ringo!”.

CONDIVIDI

Nasce a Roma nel 1989 pochi mesi prima che cada il muro di Berlino. Studente di Storia, non religioso, beatlesiano convinto. Fino al 2015 ha gestito la webzine Robadarocker.com. Poeta a tempo indeterminato, rockettaro nel cuore, ama scrivere di musica.

  • Cesare Masieri

    Secondo me il racconto di Ringo e la sua crisi con i Beatles risale quasi a due anni prima della registrazione del WHITE ALBUM.
    Per dirla tutta, Ringo , già si sentiva a disagio nelle prime session di Sergent Peppers, in quanto lamentava , appunto,
    confidamdosi con Lennon, di non essere
    più all’altezza dei Beatles.
    Infatti il suo brano White Little Help From
    My Friends è riferito a questo episodio.
    In realtà Paul , dopo aver ascoltato Jimi
    Hendrix, spesso criticava il modo di suonare di Harrison ; non ebbe mai perplessità sugli
    altri Beatles.