Perfume Genius e l’ennesima figura di merda degli italiani

125
0
Perfume Genius

È stata una scena pietosa quella che si è svolta la scorsa sera in occasione dei TOdays a Torino. Durante l’esibizione di Perfume Genius, che aveva il compito di aprire il concerto di Richard Ashcroft, ex voce dei Verve, sono partiti insulti omofobi verso l’artista, “colpevole” di non aver mai nascosto la sua sessualità nelle sue canzoni, nelle sue interviste e nei suoi spettacoli. La sua performance infatti avrebbe attirato sotto il palco decide di persone che avrebbero iniziato ad insultarlo chiamandolo «frocio» o «faggot» (in inglese). Fortunatamente il cantante non ha avuto problemi a rispondere a tono a questi beceri insulti.

Perfume Genius ora live a #TODAYS17! ✨

Posted by TOdays festival on Samstag, 26. August 2017

Questa è la notizia, nuda e cruda, che si potrebbe tranquillamente commentare da sola. Ma penso che sia necessario fare una riflessione un po’ più ampia: non ci rendiamo forse conto che viviamo in un mondo in cui i termini “froci” e “negro” sono tornati di moda e in cui le parole “musulmano” e “immigrato” sono diventati sinonimo di terrorismo.
Siamo in un periodo in cui, nonostante si stiano raggiungendo dei traguardi importanti sotto l’aspetto dei diritti civili (per quanto siano essi ancora monchi), ogni giorno chiudiamo gli occhi davanti alle tante, piccole, discriminazioni della vita quotidiana, come può essere una risata di fronte ad una battuta stupida, un girare lo sguardo davanti ad una piccola ingiustizia o impressionarsi se due persone dello stesso sesso si scambiano gesti d’affetto.
In questa situazione, che definirei quasi ossimorica, credo che sia necessario continuare a combattere per queste conquiste che possano farci sentire (ed essere a tutti gli effetti) sempre più uguali. Non bisogna dare per scontati i diritti appena conquistati, ma anzi, bisogna ricordarli e professarli giorno dopo giorno. Perchè se non sono accettati e compresi da tutti, anche e soprattutto da chi (in teoria) non beneficia di questi traguardi, allora lo sforzo sarà vano.
Ma soprattutto è necessario che tutti partecipino a questa battaglia, perchè una società egualitaria sarà sempre una società migliore.

CONDIVIDI

Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l’Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.