Fuoricinema, un appuntamento per Milano e per il mondo del cinema

Dal 15 al 17 settembre la nuova edizione promossa da Anteo spazioCinema, Artistinsieme e Corriere della Sera

88
0

 

Tutto è pronto a Piazzale Giulio Cesare tra i grattacieli di CityLife per accogliere anche in caso di pioggia la prima manifestazione dopo l’edizione zero dello scorso anno di straordinario successo (25mila presenze) di Fuoricinema, appuntamento, gratuito e accessibile a tutti che si occupa anche di raccogliere fondi per diverse associazioni. Dal mattino fino al tardo pomeriggio numerosi artisti daranno vita a incontri moderati da giornalisti per cercare di capire dal di dentro cosa significa la ”macchina cinema”, mentre al tramonto prenderanno il via le proiezioni dei film L’equilibrio di Vincenzo Marra, Wizard of Lies – Barry Levinson, girato per la televisione con Robert de Niro e Michelle Pfeiffer; L’ultimo Sciamano di Raz Degan.  Un palco e uno schermo, un’arena di 1500 posti a sedere e 2000 posti sul prato, un villaggio gastronomico on street food, marker place, area bambini attrezzata e aree relax per vivere piacevoli momenti di condivisione sono gli elementi portanti dell’iniziativa che quest’anno avrà come tema la realtà e la solidarietà. I direttori artistici Gino& Michele, Lionello Cerri, Cristiana Capotondi cui si è aggiunto il regista Gabriele Salvatores, confidano come sempre negli spettatori milanesi qualitativamente e quantitativamente i più agguerriti di tutta Italia per confermare la validità della proposta. Venerdì 15 sono previsti tra gli ospiti alle 15,15 Salvo Ficarra e Valentino Picone;alle 16, 10 Silvio Soldini; alle 18,10 Leonardo Pieraccioni; alle 19,15 Raz Degan e Luca Argentero, mentre sabato alle 12,30 tocca alla produttrice Marina Cicogna, la signora del cinema intervistata da Valerio Cappelli. Lo stesso giorno Marco Tullio Giordana, l’autore di Romanzo di una strage alle 16,15 introduce il tema Il regista, un grande direttore d’orchestra, seguiti alle 18,30 da Cristina Comencini, Angela Finocchiaro, Stefania Rocca, Marisa Paredes, Ambra Angiolini e Margherita Buy che s’interrogano sulla sapienza femminile del cinema italiano. Domenica 17 alle 11 Massimo Boldi, Gabriele Salvatore, Gino e Michele ricordano il genio di Paolo Villaggio e alle 12,40 molto atteso è Lino Banfi, il nonno più pop d’Italia così come alle 15 l’incontro con il grande Marco Bellocchio condotto da Paolo Mereghetti. Alle 16,30 ancora Gabriele Salvatores autore di Nirvana con alcuni protagonisti del film Diego Abatantuono, Stefania Rocca Amanda Sandrelli ,alle 17,45 Paolo Conte e alle 18,45 Christian De Sica figlio di padre, figlio di cinema intervistato da Maurizio Porro. La manifestazione comprende infine un convegno dal titolo L’industria culturale dell’audiovisivo e il suo pubblico: Milano, un polo che si apre all’Europa alla presenza del Ministro Dario Franceschini, del sindaco Giuseppe Sala insieme ai massimi esponenti dell’industria cinematografica italiana.    

 

CONDIVIDI

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here