Addio a Franchino Tuzio, “il manager dei Vip”

144196
1
Franchino Tuzio

Sono notizie che ti prendono a tradimento: è morto Franchino Tuzio, proprietario dell’agenzia Notoria, da molti conosciuto come “il manager dei Vip”. Rappresentava infatti, tra gli altri, Michelle Hunziker, Silvia Toffanin, Ilary Blasy, Nicola Savino, Filippa Lagerback, Alessandro Cattelan. Malato da tempo, se n’è andato questa mattina, all’età di 63 anni, in una clinica di Milano.
La notizia si è diffusa immediatamente sul web, e dai commenti traspare quanto bene gli volesse sia chi ha lavorato con lui, sia le moltissime persone che lo avevano conosciuto. Franchino (il cui vero nome era Francesco) era uno tutto d’un pezzo, uno che pur essendo immerso nel jet set fino al collo non amava fare la star. Si era formato da solo facendo la gavetta vera. Personalmente ho avuto modo di frequentarlo e conoscerlo bene soprattutto nel periodo in cui lavorava con e per Claudio Cecchetto (la foto in apertura è stato lui a twittarla, accompagnata da una lunga fila di cuori).
Partito come autista, era diventato in breve tempo uno dei suoi uomini di fiducia. Era quello, per esempio, che accompagnava, i “puledri” della scuderia, da Tracy Spencer (della quale diventerà fidanzato e manager) a Sandy Marton. Fu lui, per dire, a tenere per mano Jovanotti quando si trasferì da Roma a Milano. Racconta Lorenzo: «Mi presentai negli uffici di Radio Deejay alle 9 del mattino. Mi fecero sedere su una panca bianca. Poco dopo arrivò Franchino, capelli lunghi come un apache, grandi borse sotto gli occhi che mi rivelarono che aveva dormito meno di me. Poi mi accompagnò in via Lomazzo, in un monolocale a due passi dalla sede della radio. Posai la borsa e andammo a fare colazione in un bar».
Col tempo Franchino è cresciuto in tutti i sensi, dando vita a una delle più importanti agenzie italiane di “celebrities” e lavorando con decine di Vip: quelli già citati, ma la Iena Nadia Toffa, Daniele Bossari, Rossela Brescia, Lucilla Agosti, Paola Barale, Aurora Ramazzotti, Elisabetta Canalis.
Quest’ultima ha pubblicato sui suoi social un lungo post: «Ciao Frank, sono passati tanti anni da questa foto ma è sempre stata la nostra preferita.

Franchino TuzioCe la scattò quel grande artista di Angelo Mereu nel cuore di Brera dove tu mi portasti appena arrivata dalla Sardegna per mostrarmi quella Milano che ci faceva sognare, fatta di provini e di speranze, uffici di Cologno e di bar in centro per poi la sera ridere insieme in uno dei tuoi cinesi preferiti di via Paolo Sarpi. O al San Bovio di San Felice Borromeo dove portavi spesso anche mia mamma e mio papà, entusiasta di potermi rappresentare nel l’incredibile mondo della TV. Che anno questo 2017, forse lassù incontrerai il mio babbo e sono sicura che vi capirete di più, ora che lui sa che la TV di cui tu gli parlavi non era l’antitesi della perdizione come lui, da studioso quale era, pensava. Hai convinto tutti col tuo entusiasmo, hai avuto tanti scontri per difendere noi, le tue creature, dalle falsità e dalle cattiverie di certi che gravitano nel nostro ambiente. Odiavi i compromessi, cosa rara per chi ha successo nel tuo lavoro, non guardavi in faccia a nessuno , sapevi il valore di chi ti stava davanti, vivevi di bei ricordi anche di chi ti aveva dimenticato… a volte ci si allontanava, come l’ultima, per poi sentirci attraverso l’angelo che non ti ha abbandonato mai, Graziella. Grazie Frank per aver creduto in me, scusa se a volte ti ho delusa, a volte mi sono sentita delusa anche io ma è proprio in questi casi che, tirando le somme di un rapporto tra due persone, si capisce quanto ci si è lasciati a vicenda e tu mi hai lasciato tantissimo. Avevi un cuore grande e non ti dimenticherò mai».
I funerali di Franchino Tuzio si terranno martedì 17 ottobre alle 14.30, alla Chiesa santo Stefano in piazza della Chiesa, a Segrate.

CONDIVIDI

Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: “Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi”.

  • Marco Riboni

    Dai…siamo onesti, bei tempi e “trombeur”…poi dalla Canalis …HEHEHE!!