Arrivano i Manetti Bros!

Dal 20 al 30 ottobre 2017 al MIC i fratelli romani Marco e Antonio Manetti

14
0

Dal 20 al 30 ottobre 2017 presso il MIC Museo Interattivo del Cinema Fondazione Cineteca Italiana Milano in occasione dell’uscita del film Ammore e Malavita presentato alla 74° Mostra di Venezia, una panoramica sulla filmografia dei fratelli romani Marco e Antonio Manetti detti i Manetti Bros

Si è fatta apprezzare dalla critica italiana e internazionale l’ultima fatica dei Manetti Bros intitolata Ammore e malavita, passata alla 74° Mostra del Cinema di Venezia. Un piccolo gioiello che schiera attori in stato di grazia quali Serena Rossi, Gianpaolo Morelli (una presenza fissa nella filmografia dei due registi), Claudia Gerini e Carlo Bucirosso. Marco, classe 1968 e Antonio, classe 1970 debuttano alla regia nel 1995 in piccole produzioni per poi esordire nel lungometraggio nel 2000 con Zora la vampira (apre la rassegna il 20 ottobre alle ore 15), storia sgangherata del Conte Dracula che arriva nel nostro paese, ma è scambiato per uno dei tanti immigrati rumeni, con Michaela Ramazzotti e Carlo Verdone.  Il film non ha successo, ma la coppia di registi e sceneggiatori ci riprova nel 2005 con Piano 17 (giovedì 26 ore 17), protagonista Marco Mancini (Gianpaolo Morelli) incaricato di far sparire alcuni documenti, ma che disgraziatamente rimane bloccato in ascensore con una bomba innescata a un timer. Nel 2011 tocca a L’ arrivo di Wang (20 ottobre ore 17), incursione nel genere fantascientifico girato con pochi soldi e l’anno dopo è la volta di Paura (martedì 24 ore 17,15); tre ragazzi romani che s’introducono nella villa di un marchese dove trovano una ragazza sequestrata e torturata per anni. Ancora nel 2013 i Manetti firmano Song’e Napule (domenica 22 ore 17), divertente commedia noir incentrata su Pico Stillo (Alessandro Roja), un pianista classico assunto in polizia e costretto dal commissario Cammarata a suonare sotto copertura al matrimonio della figlia di un camorrista per catturare il killer latitante Ciro detto O’ Fantasma. Lunedì 30 alle ore 21 si chiude con Ammore e malavita, storia di Don Vincenzo Strozzalone (Carlo Bucirosso), un boss camorrista che, scampato a un attentato, decide di ritirarsi a vita privata fingendosi morto.

 

CONDIVIDI

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.