Gli asteroidi. In attesa del disastro

Vite perdute di provincia, tra cosmo e territorio

18
0

Gli asteroidi
di Germano Maccioni
con Pippo Delbono, Chiara Caselli, Riccardo Frascari, Nicolas Balotti, Alessandro Tarabelloni
Voto: coraggioso non riuscito

Ci sono più livelli in questo film, il ragazzo Pietro, arrabbiato con la vita dopo la morte del padre, il ragazzo Ivan, che ha scelto la strada dei furti per un malavitoso (furti di candelabri nelle chiese, su commissione ), il ragazzo Cosmic, “strano”, creativo, che vede in un radiotelescopio la prova di una minaccia cosmica imminente. Il regista Maccioni tenta, spesso con coraggio, la fusione dei tre livelli in una storia comune di ordinario squallore (Ivan coinvolge Pietro in un colpo con Cosmic), ma come tre liquidi di peso specifico differente a un certo punto i tre livelli non lavorano insieme. È evidente che sono metafore (l’Apocalisse fantasticata, la perdita di senso della vita, il tessuto della provincia in disgregazione) spesso indecise tra l’azione teatrale e certe storie crudeli (ma anche grottesche) che ricordano quelle di Andrea Pazienza. Però il tentativo è coraggioso…

CONDIVIDI

Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori