Vasco Modena Park, il film: cosa vedremo (e cosa non vedremo?)

16261
0
Vasco Rossi
Foto di Enrico Ballestrazzi

E’ un’intervista interessante quella pubblicata oggi dalla Gazzetta di Modena a Pepsy Romanoff, regista scelto da Vasco Rossi per i suoi ultimi lavori, compreso il film che sarà nelle sale dal 1° dicembre, interamente dedicato al concerto di Modena Park.

Romanoff regala alcune anticipazioni interessanti.
La prima: «Non sarà la riproposizione nuda e cruda dello spettacolo».
La seconda: «Oltre a quelli della rockstar e del cantante, Vasco vestirà anche i panni della guida, di “Caronte” come mi piace immaginarlo. Accompagna lo spettatore a scoprire l’universo Vasco».
La terza: «Oltre a buona parte del concerto, riproposto con sonorità ed immagini cinematografiche d’eccellenza, ci sono alcuni inserti realizzati da Vasco, in tutto venti minuti, proprio per questo film».
La quarta: «(Vasco) non mi ha dato indicazioni particolari, ci ha lasciato autonomia. Ha però proposto una sua scaletta di brani da inserire, senza però alterare l’esecuzione cronologica del concerto».

Tiriamo le somme. Il concerto di Modena è durato circa tre ore e mezza (210 minuti), il film dura 157 minuti. Quasi un’ora in meno. Ci sono venti minuti di inserti realizzati da Vasco. Ci sarà «buona parte del concerto». In altre parole, una parte del concerto non ci sarà. Sarà sicuramente un grande spettacolo, ma che peccato.

Per leggere l’intero articolo cliccate qui: Gazzetta di Modena.

CONDIVIDI

Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.