Antonacci: “Dediche e manie”, semplicemente Biagio

166
0

Lo dico quasi sempre, ma se non fosse chiaro a chi in questo momento sta leggendo questa recensione, lo ribadisco: scrivere una recensione è la cosa più difficile che chi ama la musica possa fare. Perché la soggettività del giudizio di chi scrive va per forza ad influenzare poi il lavoro che i lettori avranno davanti, perché dare voti alla musica non è mai bello. Allora sfrutto queste occasioni per parlare di ciò che mi piace, o almeno spero mi piaccia. Mi ritrovo fra le mani Dediche e manie, l’ultimo lavoro di Biagio Antonacci anticipato dal singolo In mezzo al mondo, e inizio subito col dire che chi si aspettava stravolgimenti rimarrà deluso. Due sono le sorprese di questo album, due collaborazioni particolari e insolite: la prima è quella con Mario Incudine, giovane artista siciliano in Mio fratello e la seconda quella con il rapper francese Laioung in Sei nell’aria. 

<<Penso che tutti gli uomini abbiano manie>> spiega Biagio <<chiamiamole modalità di vita più che manie. Uso la mia musica per portare le mie dediche e le mie manie nella testa di tutti gli altri>>.

<<Essendo un cantautore vado a braccetto con le dediche>> continua Biagio, che ha voluto dare spazio ai giovani produttori per questo lavoro <<che il pubblico aspetta già da qualche anno>>.

Il sentimento che prevale è ancora una volta l’amore, quello che si vorrebbe corrispondere ma non si può (Vorrei amarti anch’io), quello entusiasta e salvifico (Fortuna che ci sei) , e quello più universale, inteso nel senso più ampio del termine e che è la canzone di cui Biagio va più fiero, come ha dichiarato ieri sera alla stampa, ed è quello de L’appello dei popoli.

C’è tempo per riflessioni estremamente personali come Stanco, <<l’appello di chi cerca spazio in mondo affollato>> , e per una canzone-bonus speciale, che Antonacci ha scritto per una cara amica <<partita per un lungo viaggio nel pieno della sua bellezza>>, Annina piena di grazia. 

Biagio ritorna e affina con garbo la sua tecnica cantautorale ormai consolidata di chi canta l’amore e ama farlo con semplicità per arrivare a tutti senza distinzione alcuna. L’amore conquistato, sognato, agognato e che si dovrebbe soltanto avere il coraggio di vivere.

  1. Il migliore
  2. Mio fratello
  3. Sei nell’aria
  4. Un bacio lungo come una canzone
  5. In mezzo al mondo
  6. Fortuna che ci sei
  7. Vorrei amarti anch’io
  8. L’addio che mancava
  9. Perchè te ne vai
  10. Super
  11. Stanco
  12. L’appello dei popoli
  13. Annina piena di grazia

CONDIVIDI

Nata in Calabria, classe ’86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.