Si torna a sognare un’ipotetica reunion dei Pink Floyd

Come succede regolarmente dal giorno in cui si sono sciolti, qualcuno torna a ipotizzare una reunion dei mitici Pink Floyd. Le possibilità sono minime, ma sognare non costa niente.

734
0
Pink Floyd
Foto: Andrea Giovannetti

L’ipotesi è suggestiva, ammettiamolo. Ma al tempo stesso le possibilità che questo sogno diventi realtà sono ridotte al lumicino: come succede regolarmente da diversi anni a questa parte, si torna a parlare di un’ipotetica reunion dei Pink Floyd. O meglio, dei tre membri superstiti: David Gilmour, Nick Mason e Roger Waters (Richard Wright ci ha lasciato quasi 10 anni fa, nel settembre del 2008).
Ma com’è venuta fuori questa congettura? È stato il quotidiano toscano La Nazione a buttarla là, con un articolo intitolato “King Crimson in Piazza Napoleone. E al Balilla la reunion dei Pink Floyd?”, dove si prova a immaginare quali potrebbero essere gli headliner del Lucca Summer Festival 2018. Per il momento l’unica cosa certa è che tra il Comune di Lucca e la D’Alessandro & Galli è stato stipulato un nuovo accordo quinquennale. Il documento impegna le parti alla progettazione di due eventi straordinari nell’ex Campo Balilla, per intenderci la venue dove lo scorso settembre si è svolto il concerto dei Rolling Stones. Però con la riduzione della capienza da 56mila spettatori a 45mila (come si ricorderà, furono in molti a denunciare disagi dovuti a problemi logistici e organizzativi).
Manco a dirlo, è scattato immediatamente il toto-festival. E qualcuno ha pensato di tirar fuori dal cassetto il sogno di rivedere sul palco quel che resta dei Pink Floyd. Parlando addirittura di due date: una a Lucca, l’altra al Circo Massimo di Roma.
Ora, come ben sanno i milioni di pinkfloydiani sparsi nel mondo, è da quando la band si è sciolta che si parla di reunion più o meno fantasiose. In realtà da allora c’è stata una sola apparizione con la formazione al completo (Live 8, 2 luglio 2005). Il 10 luglio 2010 Gilmour & Waters sono saliti sul palco insieme (ancora al Live 8). E il 12 maggio 2011 Gilmour ha raggiunto Waters sul palco di The Wall per suonare insieme Confortably Numb (alla fine, per i saluti, si è unito a loro anche Nick Mason).
Insomma, è chiaro che se David, Nick & Roger decidessero di tornare insieme sarebbe un evento epocale. E chiunque ami la buona musica continuerà a sognarlo. Ma l’impressione, ancora una volta, è che sia soltanto un (bellissimo) sogno.
Più realistica, invece, la supposizione di un concerto dei mitici King Crimson (con la formazione Robert Fripp, Tony Levin, Mel Collins, Jakko Jakszyk, Gavin Harrison) e degli americani Killers.
Ma per il momento Mimmo D’Alessandro non conferma nulla. «Semmai», dice, «posso citare tre nomi che non ci saranno certamente: U2, Bruce Springsteen e Vasco Rossi».

CONDIVIDI

Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: “Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here