Jerry d’autore – I più grandi film girati da Jerry Lewis

Dal 12 dicembre 2017 al MIC omaggio al regista, attore, comico statunitense recentemente scomparso

0

Dal 12 al 23 dicembre 2017 MIC Museo Interattivo del Cinema un omaggio al regista, attore, comico statunitense recentemente scomparso con sette film realizzati come autore e due come attore impegnato al servizio di Martin Scorsese e di Emir Kusturica

Figlio di genitori artisti di cultura ebraica, Jerry Lewis nasce il 16 marzo 1926 a Newark, New Jersey. Già a quindici anni dimostra il suo talento comico con imitazioni esilaranti eseguite con accompagnamento musicale.

Nel’46 forma una coppia di successo in teatro e in televisione con Dean Martin, un cantante confidenziale più vecchio di lui dalla voce morbida. Nel ’49 Hollywood li nota e li fa debuttare in La mia amica Irma cui seguono Il caporale Sam, Il nipote picchiatello, Artisti e modelle e Hollywood o morte! Dopo alcune pellicole nella quali Lewis recita da solo, nel 1960 arriva la sua prima regia Ragazzo tuttofare (martedì 12 ore 17), film girato senza copione e incentrato sull’improvvisazione.

L’idolo delle donne

Nel ‘61 è la volta di L’ idolo delle donne (domenica 17 ore 17), un ragazzo deluso dall’amore e dal genere femminile che finisce proprio a lavorare in un pensionato di sole ragazze. Nello stesso anno eccolo in Il mattatore di Hollywood (sabato 16 dicembre ore 15), storia di un semplice fattorino infiltrato negli Studios per combinare guai e scompiglio, ma che alla fine sarà assunto come comico. Nel ’63 Jerry si concede il lusso di ironizzare sul celebre romanzo di Stevenson con Le folli notti del Dottor Jerry (martedì 19 ore 17) e nel ’64 firma Jerry 8 e 1/2 (giovedì 12 ore 17), un altro fattorino ingaggiato per sostituire un famoso comico morto in un incidente aereo pur non avendo assolutamente il talento. Nel ’65 tocca a I sette magnifici Jerry (venerdì 15 ore 15), una performance nella quale si cala in ben sette differenti personaggi e nel ‘66 in Tre sul divano (giovedì 14 dicembre ore 17) è il fidanzato di una psicoterapeuta molto impegnata con il suo lavoro che vorrebbe sposare al più presto. Il giovanotto decide allora di corteggiare tre giovani pazienti della sua amata per risolvere i loro complessi. Dopo un lungo periodo lontano dal cinema Jerry Lewis è chiamato da Martin Scorsese al fianco di Robert De Niro in Re per una notte, 1983 (domenica 17 ore 15 e sabato 23 ore 15) per interpretare il conduttore di un talk show perseguitato da un aspirante comico e nel ’93 anche Emiri Kusturica lo vuole per American Dream (venerdì 15 ore 19 e venerdì 22 ore 17). Osannato dai Cahiers du Cinéma e fonte d’ispirazione per registi quali Jean- Luc Godard, Woody Allen e Francis Ford Coppola, Jerry Lewis muore il 20 agosto 2017 a Las Vegas, ma il suo genio rimarrà per sempre nella storia del cinema.

 

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here