Sky non ha pagato i diritti d’autore per X Factor

260
0
X Factor

X Factor 2017 è stato un successo di ascolti e, come di consueto, è stata una trasmissione basata su professionalità impeccabile e grandi scenografie. Come è andata a finire lo sappiamo tutti, l’outsider Lorenzo Licitra ha avuto la meglio sui favoritissimi Maneskin. E qui l’unico commento possibile è “de gustibus”.
Ma al di là di tutto, tralasciando le scelte artistiche, una nota stonata c’è stata. A denunciarlo è la SIAE, che ha emesso un comunicato ufficiale per dire che la trasmissione prodotta da un gigante come Fremantle Media non ha pagato quanto dovuto per i diritti d’autore.
Ma ecco il comunicato della SIAE: «All’esito di uno spettacolo straordinario, denso di talento, emozioni, entusiasmo e soprattutto musica, resta una sola stonatura. Grave. E anzi, quasi paradossale.
Sono stati ringraziati tutti coloro che a X Factor hanno collaborato. Assieme a loro sono stati ringraziati anche gli autori . Sì perché senza gli autori di tutte quelle ore di musica utilizzate e trasmesse da X Factor, lo spettacolo non avrebbe potuto esistere.
Peccato però che SKY, con una decisione che non ha precedenti ha deciso di non pagare il diritto d’autore.
Ha cioè deciso che proprio quegli autori che hanno consentito l’esistenza stessa di X Factor, il talento, le emozioni, l’entusiasmo e soprattutto la musica che ne sono stati protagonisti, non saranno pagati per il lavoro svolto.
I protagonisti di X Factor non hanno stonato, sono stati bravissimi. SKY, invece, proprio no».
X Factor

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here