Star Wars: episodio VIII. Gli ultimi Jedi

La Forza, svegliatasi nella puntata precedente, si sposta di qua e di là

0

Star Wars: episodio VIII- Gli ultimi Jedi
di Rian Johnson con Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac
Voto: che la Forza sia voi

Ogni volta la campagna di lancio promette rivelazioni inenarrabili. Ogni volta c’è una storia di maestri e allievi, padri e figli, comandanti e soldati. In due parole: la giovane jedi Rey si scontra psichicamente e fisicamente con il cattivo Kylo Ren mentre tenta di recuperare alla causa Luke Skywalker in esilio mistico. In parallelo la flotta della Ribellione si confronta con la flotta del Primo Ordine in una gara di attacchi eroici e di salti nell’iperspazio. Tutto già visto? Tutto nuovo per i nuovi fan? L’apparente novità è che i fan americani di destra sono seccati perché in questo episodio VIII di Star Wars gli snodi narrativi sarebbero decisi dalle donne e non dagli uomini. Viene da chiedersi se i fan di destra si siano accorti dell’episodio precedente e verrebbe da rispondere con le parole di Woody Allen: “la destra americana dà risposte infantili ai problemi complessi”. Anche in Star Wars il Primo Ordine continua a dare risposte infantili ai problemi complessi e questo, in fondo, manda avanti la saga. A meno che Trump faccia abolire anche le parole “Star” e “Wars”. Passiamo alle cose serie: di chi è davvero figlio Kylo Ren, oltre che figlio di buona donna? E, a parte creare diversivi come Rogue One e l’imminente biografia del giovane Han Solo, la saga può andare avanti sulla stupefacente rivelazione che il Lato Oscuro della Forza a volte coabita col lato luminoso, soprattutto nei buoni? E qualcuno si è accorto che il luogo in cui Rey va a cercare Luke è dannatamente simile al luogo in cui, in Kill Bill 2, la Sposa andava a imparare le arti marziali da Pai Mei? E devono morire tutti per andare avanti verso il Nuovo, come vorrebbe Kylo Ren? Questi sono dubbi esistenziali da togliere il sonno fino all’episodio IX

CONDIVIDI
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here