Sanremo 2018: Ultimo vince nella categoria Nuove Proposte, premi anche a Mirkoeilcane e Alice Caioli

0
Nuove proposte

Ultimo trionfa a Sanremo 2018 nella categoria Nuove Proposte, con il brano Il Ballo delle Incertezze.

La vittoria è stata decisa dal voto congiunto espresso da: giuria degli esperti (20%), sala stampa (30%) e televoto (50%).
La giuria degli esperti è presieduta da Pino Donaggio e composta da Milly Carlucci, Serena Autieri, Rocco Papapleo, Giovanni allevi, Gabriele Muccino, Mirca Rosciani ed Andrea Scanzi.

Al terzo posto si è classificato Mudimbi, mentre al secondo Mirkoeilcane.

Il Premio della critica Mia Martini, per la sezione Nuove Proposte, se lo aggiudica Mirkoeilcane con il brano Stiamo Tutti Bene, che ha raccolto 74 voti su 132 votanti. Al secondo posto Ultimo (19 voti), al terzo Mudimbi (12 voti). Le schede nulle sono state 2.

Il Premio della sala stampa radio-Tv-web Lucio Dalla se lo è aggiudicato Alice Caioli con Specchi Rotti (41 voti), alle sue spalle Mirkoeilcane e Ultimo (38 voti) e Mudimbi (30 voti).

Gli otto partecipanti della categoria Nuove Proposte:

Lorenzo Baglioni – Il Congiuntivo
Alice Caioli – Specchi Rotti
Giulia Casieri – Come Stai
Eva – Cosa ti Salverà
Mirkoeilcane – Stiamo Tutti Bene
Leonardo Monteiro – Bianca
Mudimbi – Il Mago 
Ultimo – Il Ballo delle Incertezze

Il primo a vincere tra i giovani fu un giovanissimo Eros Ramazzotti con Terra Promessa, ecco tutti i vincitori del festival di Sanremo nella categorie Nuove Proposte, dal 1984 ad oggi.

Il testo de Il Ballo delle Incertezze:

Ho perso tempo per guardarmi dentro e-
ho sistemato qualche mia abitudine
ma poi la sera arrivava ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo

Ho perso tempo per guardarti dentro e-
ti ho dedicato il cuore tra le pagine
ma poi la sera arrivava ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo

Senti
non c’è bisogno di parlare
dalla serranda scende il sole
e noi ci siamo accontentati

Ma ci sarà
il ballo delle incertezze
ci sarà
un posto in cui perdo tutto
che per stare in pace con te stesso e col mondo
devi avere sognato
almeno per un secondo

E ci sarà
tra la gente che aspetta
chiunque ha
rischiato tutto ed ha perso
che per stare in pace con te stesso e col resto
puoi provare a volare
lasciando a terra te stesso

Ho camminato in equilibrio su di me
mischiando il tuo sorriso alle tue lacrime
ma la coscienza non si spegne ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo e-

Ho respirato sui tuoi battiti lenti e-
adesso vivi, sì ma dentro un’immagine
ricordo c’era il vento ed io
mi chiedevo dov’è il senso
se c’è un senso a tutto questo

E ci sarà
il ballo delle incertezze
ci sarà
un posto in cui perdo tutto
che per stare in pace con te stesso e col mondo
devi avere sognato
almeno per un secondo

E ci sarà
tra la gente che aspetta
chiunque ha
rischiato tutto ed ha perso
che per stare in pace con te stesso e col resto
puoi provare a volare
lasciando a terra te stesso

So di momenti
quelli persi a dare un senso forse
mi chiedi perché fragile
sono diverso forse
ero un bambino
e stavo in cortile
respiravo piano
ho sempre rinchiuso
vita e sogni
nel palmo della mano

Sono presente
ancora oggi
nel ballo delle incertezze
dove ti siedi
e più sei poco e più ti senti grande
incontro me stesso
e poi gli chiedo se vuole ballare
ferma la musica
che il silenzio adesso sa parlare

E ci sarà
il ballo delle incertezze
ci sarà
un posto in cui perdo tutto
che per stare in pace con te stesso e col mondo
devi avere sognato
almeno per un secondo

E ci sarà
tra la gente che aspetta
chiunque ha
rischiato tutto ed ha perso
che per stare in pace con te stesso e col resto
puoi provare a volare
lasciando a terra te stesso

CONDIVIDI
Vent'anni e un corso di studi a Milano. Soffro di Londonite da quando ho passato tre mesi nella capitale britannica e poi ho dovuto lasciarla. Una volta ho incontrato Paul McCartney, ma non l’ho riconosciuto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here