Bonaveri, l’artigiano della parola scalda il Teatro Leonardo di Milano

0

Circondato dall’atmosfera intima e quasi familiare del Teatro Leonardo di Milano, il cantautore Bonaveri ha presentato lo scorso mercoledì il suo nuovo disco Reloaded, uscito il 15 febbraio e prodotto da Maurizio Biancani per la Fonoprint. Nel suo ultimo lavoro, l’artista bolognese rivisita i brani più rappresentativi di una carriera che dura da 14 anni.

5 album all’attivo e ancora tante storie da raccontare. Bonaveri trasmette in ogni brano la sua voglia di immergersi nella vita e disegnarne i contorni attraverso scelte linguistiche che ricalcano con grazia l’impronta del cantautorato bolognese. Un bagaglio che non pesa, se a portarlo è un artigiano della parola, senza inutili orpelli o voli pindarici, arrivando dritto al punto.

Germano Bonaveri è un cantastorie fiero delle sue origini e ce lo racconta lui stesso nel corso della serata. Prima metalmeccanico, ora cantautore, Bonaveri ha sempre maneggiato materiali pesanti, metallo o parole che fossero: “Ma l’acciaio ti resta dentro…e va bene così”.

L’introspezione nelle sue canzoni è un filo conduttore che non si spezza, nonostante i pezzi più ritmati che propone sul palco, immerso nel gioco di luci di Davide Tagliaferri. Da Non dimenticare a Clandestino, passando per Torquemada all’intensità di Delle diversità, Bonaveri ha lasciato spazio anche al vigore delle note, abbracciando il pubblico con il calore delle sue parole in tutte le sue sfumature, da quelle più cariche a quelle più tenui.

In occasione dell’uscita di Reloaded, Bonaveri ha sottolineato l’importanza di imparare “umilmente a cantare e celebrare le vite che incontriamo ogni singolo giorno, ché quelle hanno un volto, un nome, e sempre più spesso un collare o uno stupido vestitino con sopra scritto Fuffi”. Questa è anche l’essenza che traspare durante lo spettacolo: lasciare lo spazio dovuto alle parole, le persone e le loro storie.

Per la regia di Daniele Sala e i monologhi di Monica Faggiani, con Bonaveri hanno suonato Stefano Gentilini (Tastiere), Pietro Posani (Chitarra), Luca De Risio (Basso), Gabriele Palazzi (Batteria e Percussioni), Elena Champion (Voce e Fisarmonica).

Questa la tracklist di Reloaded:
| Magnifico | Le Piccole Vite | Torquemada | Scivola Via | Clandestino | Danza | Danza (Adieu) | Il Mago | La Justice | Onde | Le Diable | Distopia | Le Mat | Lettera Al Figlio | XIII | Le Città Invisibili | L’indomani |Delle Diverstità |

CONDIVIDI
Classe '86, nata e cresciuta in Germania come immigrata italiana di seconda generazione. Dopo il liceo si è trasferita a Roma per studiare lettere, poi a Venezia e infine a Milano per lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here