Weekend al cinema: l’ultima occasione per vedere Daniel Day-Lewis?

0
Daniel Day-Lewis

Un bel weekend al cinema. Escono un altro film candidato all’Oscar e un horror con Helen Mirrer, mentre James Franco racconta la lavorazione del peggior film della storia. Per buon peso ci sono anche un paio di pellicole italiane, un thriller ambientato in Egitto e un classico per le famiglie.

Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson presenta tanti motivi di interesse. Uno su tutti: potrebbe essere l’ultimo film con Daniel Day-Lewis: l’attore inglese – 61 anni e tre Oscar alle spalle – ha infatti annunciato il ritiro dalle scene. Ammesso che non ci ripensi, l’ultimo suo lavoro potrebbe dunque essere questo film (sei candidature all’Oscar, uno ovviamente anche per il miglior attore) che racconta la storia di uno stilista nella Londra degli anni ’50, la cui vita cambia radicalmente il giorno in cui si innamora di una giovane donna.

James Franco è il regista e l’attore principale di The Disaster Artist. Cinema nel cinema: si racconta infatti la lavorazione di The Room, film del 2003 diretto da Tommy Wiseau, da molti ritenuto uno dei più brutti mai realizzati. Nel cast figurano anche Dave Franco, Sharon Stone e Melanie Griffith.

La vedova Winchester di Michael Spierig e Peter Spierig è un film biografico, ma che curiosamente vira all’horror. Protagonista assoluta è Helen Mirren, nella parte di Sarah Winchester, ereditiera della celebre casa produttrice di armi. La donna è convinta di essere perseguitata dalle anime di chi è stato ucciso dal fucile che porta il suo nome e nella magione costruita per tenere a bada gli spiriti maligni, anche alla presenza dello psichiatra incaricato di valutare il suo stato di salute mentale, succederanno cose difficilmente spiegabili.

Belle & Sebastien – Amici per sempre di Clovis Cornillac è il terzo capitolo della saga iniziata nel 2013. Protagonisti sono sempre il giovane Sebastien e il cane Belle, affiancati in questa nuova avventura da tre cuccioli. La volontà del padre del ragazzo di trasferire la famiglia in Canada e l’arrivo di un presunto proprietario di Belle, che vuole portare con sé il cane, sono gli snodi cruciali di un film che ha nelle famiglie il suo target di riferimento.

E’ uno spunto contemporaneo, ma forse non molto originale, quello di Sconnessi di Cristian Marazziti, commedia che racconta di una famiglia allargata che, in uno chalet di montagna, si ritrova senza connessione internet. I presenti dovranno quindi giocoforza interagire fra di loro, senza alcuna mediazione. Interessante il cast, con Fabrizio Bentivoglio, Ricky Memphis e Carolina Crescentini.

Omicidio al Cairo di Tarik Saleh ha vinto il World Cinema Grand Jury Prize al Sundance Film Festival dello scorso anno. La storia è ambienta nella capitale egiziana nel 2011, a ridosso della “rivoluzione” di quell’anno. Una cantante viene uccisa in un hotel e al poliziotto che indaga sul caso viene ordinato di archiviare il caso. Il detective però continuerà ad indagare… Il film è ambizioso, mescola thriller e politica, e si candida ad essere una rivelazione per i cinefili.

Figlia mia di Laura Bispuri è stato presentato in concorso al Festival di Berlino in corso di svolgimento. Al centro di una storia ci sono una bambina di 10 anni e due donne, entrambe madri della ragazzina. Le interpreti sono Valeria Golino e Alba Rohrwacher. Curioso il ripescaggio per la colonna sonora di una vecchia canzone di Gianni Bella, Questo amore non si tocca, in gara al Festival di Sanremo del 1981.

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here