Gli ultraconservatori cattolici chiedono di censurare i concerti di Elton John a Verona

0
Elton John
© Foto: Riccardo Medana

Ci hanno provato tempo fa con Marilyn Manson, tornano alla carica con Elton John. Il Popolo della Famiglia, partito da zero virgola (alle ultime politiche ha ottenuto lo 0,66%) che fa capo al re degli omofobi Mario Adinolfi, pretenderebbe che i due concerti appena annunciati di Elton John all’Arena di Verona fossero censurati perché la popstar inglese è un omosessuale dichiarato, è sposato con un uomo e padre di due figli.
Ad avanzare questa richiesta perlomeno ridicola è stato il portavoce del PdF a Verona, Filippo Grigolini, che ha chiesto esplicitamente al sindaco della città scaligera Federico Sboarina di negare l’autorizzazione dell’uso dell’Arena per i concerti di Elton John. «Spettasse a me decidere», ha dichiarato Grigolini al Corriere di Verona, «lo farei. Lo so, è una decisione difficile. Scoppierebbe il finimondo. Ma si tornerebbe finalmente a parlare di utero in affitto, un fenomeno che continua a esistere ma che è scomparso dal dibattito pubblico, quasi normalizzandosi».
Immediatamente si sono levate le voci “contro”, e quasi certamente il tutto finirà in una bolla d’aria. I concerti di Elton John si svolgeranno regolarmente e magari gli ultra conservatori cattolici che oggi fanno tanto gli indignati chiederanno pure i biglietti omaggio. Ma che nel 2018 ci siano ancora personaggi che divulgano certe idee così retrograde deve far pensare. E il problema è che l’aria che si respira dopo le ultime elezioni per quanto riguarda i diritti civili si è fatta ancora più pesante.

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here