Terry Gilliam e dintorni

Dal 20 al 29 marzo una rassegna al MIC Museo Interattivo Cinema di Milano

0

Dal 20 al 29 marzo 2018 presso il MIC Museo Interattivo Cinema di Milano una rassegna dedicata all’attore, regista, scenografo, produttore americano naturalizzato britannico

Visionario dalla potente forza immaginifica, dotato di black humor e geniale nell’utilizzo di scenografie ed effetti speciali, Terry Gilliam nasce a Minneapolis negli Usa il 22 novembre 1940, ma si trasferisce a Los Angeles, dove studia scienze politiche. A metà degli anni Sessanta emigra a Londra portandosi dietro i numerosi disegni che ha realizzato con grande passione. Pittore, scultore, miniaturista, vignettista e amante dei fumetti, Gilliam lavora inizialmente per il Sunday Times come esperto di favole soprattutto simili a quelle dei fratelli Grimm e poi cura l’animazione del programma televisivo Monty Python Flying Circus costituite da mostri che nascono dalle uova, corpi smembrati e altre fantasie. Omai maturo per il cinema nel ’83 firma con Terry Jones Monty Ponthy, il senso della vita, 1983 (martedì 27 ore 17). Seguono I banditi del tempo, 1981, il suo vero film d’esordio dietro la macchina da presa (martedì 20 ore 15); Brazil, 1985 (domenica 25 ore 19), ispirato liberamente al romanzo di Orwell; Le avventure del Barone di Munchausen, 1988 (martedì 28 ore 17). Del ’91 è il suo capolavoro La leggenda del re pescatore (sabato 24 ore 15), con Robin Williams e Jeff Bridges e nel ’96 è l’autore di L’ esercito delle dodici scimmie (sabato 24 ore 17,30), un noir decadente e apocalittico. Nel ’98 dirige Johnny Depp con il cranio rasato in Paura e delirio a Las Vegas (martedì 20 ore 17) e nel 2002 si prende una pausa dalla fiction realizzando il documentario Lost in La Mancha (giovedì 29 ore 15) dedicato al film incompiuto The Man Who Killed Don Quixote. Del 2005 è I fratelli Grimm e l’incantevole strega (mercoledì 28 ore 15), dove le fantasie di due “impostori” diventano realtà, seguito dalla fiaba grottesca Tideland. Il mondo capovolto (giovedì 29 ore 17). Nel 2009 le riprese di Parnassus – L’ uomo che voleva ingannare il diavolo (venerdì 23 ore 17) saranno interrotte per l’improvvisa morte del protagonista Heath Ledger costringendo la produzione a risolvere molti problemi tecnici per terminare il film. Ancora nel 2013 Gilliam sceglie questa volta Christoph Waltz per interpretare il ruolo di un uomo geniale che sta cercando il senso della vita in The Zero Theorem (venerdì 23 ore 15). La rassegna propone anche George Harrison Living in the Material World (giovedì 22 ore 15), un documentario di Martin Scorsese, alla scoperta della vita dell’ex Beatles, amico e produttore dei Monty Python e di Terry Gilliam.

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here