Slow Music partecipa a Fa’ la cosa giusta

0
Fa' la cosa giusta

Quest’anno Fa’ la cosa giusta, fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che si terrà a Fieramilanocity dal 23 al 25 marzo, si apre anche alla musica, con il contributo di Slow Music, che sarà presente con un proprio stand e organizzerà tre incontri-dibattito incentrati su argomenti ai quali la neonata associazione tiene molto (organizzazione dei concerti, editoria musicale e i luoghi della musica a Milano), condivisi dagli organizzatori di Fa’ la cosa giusta, che quest’anno, per festeggiare il quindicesimo anniversario, sarà ad ingresso gratuito. Il che fa presupporre che se lo scorso anno i visitatori furono 75.000, questa volta dovrebbero essere ancora di più.
Nel primo degli incontri organizzati da Slow Music si parlerà di sicurezza e soccorso ai concerti. Partendo da una considerazione semplice, ma spesso messa erroneamente in secondo piano (dietro e intorno a ogni concerto lavorano decine, a volte centinaia di persone senza il cui apporto quello show non potrebbe andare in scena), verrà raccontato cosa succede dietro le quinte di un grande evento. Interventi del dott. Furio Zucco, medico esperto in organizzazione di servizi di emergenza/urgenza in occasione di maxi eventi; dell’arch. Elisabetta Valenti, responsabile di cantieri per show musicali ed eventi; e Cristina Trotta, responsabile organizzativo Barley Arts. Conduce Stefano Bonagura (venerdì 23 marzo dalle ore 17 alle 18, Piazza Terre di Mezzo).
Il secondo appuntamento è incentrato sull’editoria musicale, un mondo che negli ultimi vent’anni ha subito un’autentica rivoluzione. Come è cambiato l’approccio con la musica? C’è ancora voglia e tempo per approfondire, oppure ormai si recensiscono dischi senza nemmeno ascoltarli? Queste alcune delle domande a cui cercheranno di dare una risposta Ezio Guaitamacchi, giornalista e scrittore; Alberto Puliafito, tra i creatori del sito Altrospettacolo.it e della news letter Slow News e Stefano De Maco, musicista e blogger. Conduce Massimo Poggini, responsabile di Spettakolo.it (sabato 24 marzo dalle ore 15 alle 16, presso lo stand di Slow Music).
Terzo tema, anche questo di grande attualità: proprio in questi giorni getta la spugna La Salumeria della Musica, l’ultimo di una ormai lunga serie di locali o luoghi d’incontro che hanno chiuso i battenti. Milano si è risvegliata dopo l’Expo, però i luoghi in cui si suona musica live sono sempre meno. Con qualche bella eccezione… Intervengono: Claudio Trotta, presidente Barley Arts e Fondatore di Slow Music, Massimo Genchi, gestorede La Salumeria della Musica; Andrea Capaldi di Mare Culturale Urbano; il musicista Folco Orselli; e Fabrizio Rioda dei Ritmo Tribale, nonché per anni responsabile del Jungle Sound, vero e proprio centro di aggregazione per musicisti dell’area milanese e non solo. Conduce Alberto Pugnetti, produttore musicale, nonché responsabile di Radio Francigena (domenica 25 marzo dalle ore 16 alle 17, Piazza Terre di Mezzo).
Fa' la cosa giusta

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here