Chi sono gli utilizzatori del secondary ticketing?

0
secondary ticketing

E’ opinione diffusa che il fenomeno del secondary ticketing sia una brutta piaga del sistema musicale italiano e mondiale. Ma questo mercato è nato il motivo è estremamente semplice: perchè alla base c’è una forte domanda.

Findomestic, in collaborazione con Doxa, ha voluto sondare il terreno e capire realmente quanto il secondary ticketing fosse radicato nella nostra società: il risultato è che il 15% degli italiani si è rivolto almeno una volta a siti di bagarinaggio online. L’8% lo ha fatto una volta sola, il 6% da due a cinque volte e l’1% più di cinque volte.
Il 66% di chi ha acquistato biglietti per spettacoli ed eventi su siti di secondary ticketing ha speso fino al 20% in più, il 24% fino al 50% in più e il 10% circa il doppio. Dalla ricerca di Findomestic emerge inoltre che sono soprattutto i giovani a rivolgersi ai cyberbagarini: esattamente il 21% nella fascia tra i 18 ai 34 anni, ovvero più di uno su cinque.

Findomestic ha chiesto agli intervistati anche quanto siano disposti a spendere: il 60% non vuole pagare più di 50 euro e il 33% è pronto a sborsare fino a 100 euro, mentre il 6% non si fa problemi a mettere sul piatto fino a 200 euro. Ma c’è un 1% disposto ad investire anche 500 euro.

Questo è lo scenario. E sul lato legislativo come siamo messi? Ad oggi l’emendamento presentato in commissione Bilancio, che vietava il bagarinaggio online prevedendo multe da 30mila a 180mila euro per ciascuna violazione, è fermo da oltre un anno in attesa di un decreto attuativo.

CONDIVIDI
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here