Luca Stricagnoli con la sua chitarra a tre manici incanta i Red Hot Chili Peppers

0
Luca Stricagnoli

Alzi la mano chi fino a ieri conosceva Luca Stricagnoli, virtuoso chitarrista di Malnate (in provincia di Varese) noto a un ristretto numero di appassionati per la sua chitarra a tre manici. Ma a fine marzo ha avuto un colpo di genio: realizzare un video in cui reinterpreta a modo suo Can’t stopdei Red Hot Chili Peppers.

È stato subito boom: oltre 240mila visualizzazioni in poco più di una settimana, oltre 15.000 “mi piace”, oltre mille condivisioni. Inclusa quella sul profilo ufficiale della band di Anthony Kedies e Flea, che evidentemente hanno apprezzato la performance di Luca Stricagnoli. Nota a margine: la pagina Facebook dei Red Hot Chili Peppers è seguita dalla bellezza di 27 milioni di persone.
Luca StricagnoliInsomma, un autentico colpaccio per il musicista malnatese, poco noto in patria, ma discretamente conosciuto all’estero, dove fa molti concerti: il 13 aprile suonerà a Francoforte, a maggio si esibirà in numerosi piccoli club americani, a settembre nel Regno Unito e tra ottobre e novembre in Germania e in Austria.
Curiosamente, Can’t stop non fa parte dell’ultimo album di Luca Stricagnoli, pubblicato a febbraio: è uno dei brani del precedente lavoro What if?, uscito lo scorso settembre. Nel nuovo disco ci sono invece sue rielaborazioni di altri successi come Thunderstruck degli Ac/Dc, Conquest of Paradise di Vangelis, Seven Nation Army dei White Stripes, Starlight dei Muse e via elencando.
Luca Stricagnoli

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here