Andranno all’asta le porte del mitico Chelsea Hotel di New York

0
Chelsea Hotel

Giovedì 12 aprile saranno messe all’asta le porte dello storico Chelsea Hotel di New York . Si tratta di 55 porte di stanze che tra gli altri hanno ospitato Mark Twain, Jim Morrison, Bob Dylan, Jimi Hendrix, Dee Dee Ramone, Jon Bon Jovi, Sid Vicious (che nella stanza numero 100 il 12 ottobre 1978 accoltellò Nancy Spungen), Humphrey Bogart, Dylan Thomas (nella stanza N° 205 il 9 novembre 1953 collassò tra le braccia dell’amante di turno), Bob Marley, Andy Warhol o Leonard Cohen (che in una delle sue stanze scrisse la mitica Chelsea Hotel N° 2, dove si racconta di un “blow job” che gli fece Janis Joplin): nella foto qui sotto la porta di quella stanza.
Chelsea HotelLe porte sono state salvate dal rischio di essere buttate via quando l’hotel, situato nel quartiere di Chelsea a Manhattan, è stato chiuso nel 2012: originariamente si parlava di una profonda ristrutturazione, ma ormai è certo che l’hotel non riaprirà più, sarà trasformato in residence. L’asta sarà curata alla Guerneys di New York.
Pare una favola: le porte, infatti, sono state miracolosamente salvate da un senzatetto, Jim Georgiou, che le aveva viste mentre giacevano tra i rifiuti all’angolo della strada. Lui stesso era stato in passato ospite dell’hotel. Si stima che le porte saranno vendute ognuna tra i mille e i 7mila dollari. Parte del ricavato, secondo quanto scrive il New York Post, andrà ad un’organizzazione che si occupa di dare assistenza agli homeless, il resto andrà a Georgiou.
Ecco il trailer che è stato diffuso dalla casa d’aste per pubblicizzare l’evento:

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here