Wajib-Invito al matrimonio

Distribuire gli inviti alle nozze è un modo per rileggere la vita di un territorio occupato

0

Wajib-Invito al matrimonio
di Annemarie Jaci
con Mohammad Bakri, Saleh Bakri, Maria Zreik, Tarik Kopty, Monera Shehadeh, Lama Tatour, Samia Shanan, Jalil Abu Hanna.
Voto 7

Il padre sta preparando le nozze della figlia. A Nazareth, che è stata definita “il più grande villaggio arabo di Israele”, tra i palestinesi cristiani (“gli invisibili”) gli inviti si portano ancora casa per casa, e il padre professore si fa aiutare dal figlio architetto tornato per le nozze dall’Italia a guidare la vecchia Volvo tra le vie strette. Il figlio vive e lavora a Roma, porta lo chignon, la camicia fuori dai calzoni, i calzoni sono rossi, non ha rispetto per le abitudini conservatrici della comunità, ha una fidanzata in Italia figlia di un ex rivoluzionario palestinese, non fuma, non beve, trova teneramente kitsch gli abiti da sposa della sorella e odia le brutture architettoniche che hanno scempiato il territorio occupato. Soprattutto non sopporta gli israeliani e non sopporta la “morbidezza” del padre sul tema. Il padre  beve troppo caffè e non dovrebbe, fuma e non dovrebbe, soffre ancora (e non dovrebbe) per la moglie che se ne era andata in America (e ora deve stare al capezzale del compagno moribondo), ha detto a tutti (e non doveva) che il figlio è medico e che resterà e si sposerà con una ragazza palestinese, e l’invito alle nozze a un israeliano antipatico e trafficone che abita nell’enclave della collina lo porterà nonostante lo scontro col figlio, perché un conto è l’ideologia e un conto è l’eroismo di sbattersi per il quotidiano porta a porta con il nemico. Wajib sembra uno schizzo di vita e un piccolo scontro tra generazioni per dire che tutto il mondo è paese, ma piano piano,   martellante, monta la fatica della convivenza nella guerra continua che si è trasformata in una forma della pace.  È opera di una poetessa che ha usato molto bene i due Bakri, padre e figlio anche nella vita

CONDIVIDI
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here