Weekend al cinema: il fascino del male ha il nome di Pablo Escobar

0
Escobar

Tante nuove uscite al cinema anche in questo fine settimana. Le novità non mancano ed alcune sembrano davvero interessanti. Ve le presentiamo.

Non è certo la prima volta che la figura di Pablo Escobar viene rappresentata al cinema. In Escobar – Il fascino del male di Fernando León de Aranoa il criminale colombiano ha il volto di Javier Bardem, mentre Penelope Cruz è Virginia Vallejo, la giornalista che fu amante di Escobar e il cui libro Loving Pablo, Hating Escobar ha ispirato il film. La storia raccontata parte dall’ascesa criminale degli anni ottanta fino alla morte del narcotrafficante avvenuta nel 1993. Il film è stato presentato a Venezia (fuori concorso) e Toronto.

E’ ispirato ad una storia vera Molly’s Game di Aaron Sorkin, candidato all’Oscar per la miglior sceneggiatura non originale: quella della giovane sciatrice Molly Bloom, che dopo aver abbandonato lo sport per problemi fisici, diventò l’organizzatrice di un giro di poker clandestino. I suoi affari furono spezzati dall’FBI. La protagonista principale è la straordinaria Jessica Chastain, nel cast ci sono anche Idris Elba e Kevin Costner.

Dopo il successo di Frantz, François Ozon torna nelle sale con Doppio amore, film che racconta la storia di una giovane donna che si innamora del suo psicanalista e inizia una convivenza con lui. Scoprirà segreti inquietanti… Il film era in concorso al Festival di Cannes dello scorso anno, nel cast c’è anche Jacqueline Bisset.

Il Tuttofare di Valerio Attanasio ha in Sergio Castellitto l’interprete principale e mattatore. L’attore romano interpreta un principe del foro che obbliga un suo praticante a sposare l’amante argentina, per farle avere la cittadinanza italiana. Finirà in un mare di guai.

L’amore secondo Isabelle di Claire Denis è una commedia francese con Juliette Binoche, Gérard Depardieu e Valeria Bruni Tedeschi. Racconta la storia di una donna di mezz’età, bella e divorziata, ancora alla ricerca del vero amore.

Escono anche il documentario Earth – Un giorno straordinario di Richard Dale e Peter Webber (solo dal 22 al 24 aprile), l’horror inglese Ghost Stories di Andy Nyman e Jeremy Dyson e gli italiani Il mio nome è Thomas di Terence Hill (che torna dietro la macchina da presa 24 anni dopo la sua ultima regia) e Parlami di Lucy di Giuseppe Petitto.

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here