Con “Love is for Losers” Billie Joe Armstrong si diverte e fa divertire

0

Love is for Losers
dei The Longshot
Voto: 7

A distanza di meno di due anni dall’ultimo disco dei Green Day, Revolution Radio, Billie Joe Armstrong torna a far parlare di sé con un nuovo progetto parallelo: The Longshot, gruppo formato insieme a Jeff Matika (basso), Kevin Preston (chitarre) e David S. Field (percussioni).

E’ stato recentemente rilasciato il loro primo disco Love is for Losers, 11 brani inediti assolutamente freschi, impattanti e divertenti. A differenza dei Green Day nei brani dei The Longshot non è presente alcun riferimento politico e questo contribuisce a rendere ancor più leggero il disco.

Tanti anche gli omaggi presenti nell’album, da The Last Time, la canzone di apertura, un pezzo rock tutto da ballare con chiari richiami ai Beatles, Beach Boys e Chuck Berry, a Turn Me Loose, che con la batteria iniziale si ispira alla “sua” Holiday anticipando però il più classico dei rock americani.
In generale si può dire che tutte le canzoni possiedono un’anima vintage che si ispira al garage rock con cui è cresciuto Billie Joe Armostrong e che sta tornando di gran forza nel panorama della west coast statunitense. A tutto questo però si aggiunge un tocco romantico, quasi malinconico, che richiama i tempi di Dookie e Nimrod.

Love is for Losers è un disco estremamente piacevole che rispecchia in pieno le intenzioni della band: la voglia di fare una musica leggera, orecchiabile e soprattutto divertente, senza troppe paranoie o riflessioni, per il puro gusto di fare suonare insieme, con un Billie Joe Armstrong energico ed entusiasta.

TRACKLIST:

1. The Last Time
2. Taxi Driver
3. Chasing a Ghost
4. Body Bag
5. Love is for Losers
6. Cult Hero
7. Kill Your Friends
8. Happiness
9. Soul Surrender
10. Turn Me Loose
11. Goodbye to Romance

CONDIVIDI
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here